Terni: siringhe e lacci emostatici a pochi passi dall’Ospedale. La Lega denuncia il degrado

TERNI – Un fiume di siringhe usate abbandonate a terra: difficile anche contare quante ce ne siano. Alcune sono “piantate” nel terreno, altre sono lasciate con la punta rivolta verso l’alto. Accendini, fazzoletti, carta stagnola: ci sono pochi dubbi sulle “attività” che vengono perpetrate nella zona chissà da quanto tempo ormai.