Terni: i tedeschi vendono le acciaierie, Cecconi: “ultima occasione”

Mentre a Palazzo Spada sono tutti impegnati a cercare un’aspirina per i legali del Comune, così tanto gravemente malati e insostituibili da permettersi il lusso di farci perdere altri due mesi sullo scatafascio dei conti pubblici; mentre in Regione non si vergognano ad ammettere in pratica – come hanno fatto la Presidente e il suo […]

Uscire dal nucleare: SOGIN ha demolito completamente il camino dell’ex centrale atomica del Garigliano

La società di Stato sta portando avanti il processo di smantellamento degli ex impianti atomici italiani: nel sito del Garigliano, comune di Sessa Aurunca (Caserta), sono terminati i lavori di demolizione della vecchia ciminiera in cemento armato, alta 95 metri   

Rifiuti nucleari Saluggia, Busto (M5S): “si continuano a sperperare soldi per depositi temporanei in luoghi a rischio esondazione”

“Il Governo faccia chiarezza sui depositi ‘temporanei’ dei rifiuti nucleari a Saluggia. Forse non hanno la minima idea su cosa fare per gestire correttamente le scorie nucleari italiane?”

Consorzio aree industriali, Bruschini: “tradita la buona intuizione dei sindaci Ciaurro e Annesi”

Narni – Il consigliere di Forza Italia Sergio Bruschini ricorda che negli anni ’90 fu costituito un consorzio per  lo sviluppo delle aree industriali di Terni, Narni e Spoleto. “Tuttavia – dice l’esponente di Forza Italia – negli anni a seguire è mancata la sinergia tra le due amministrazioni, che ha portato al fallimento del […]

Sogin, il 27 novembre scade il termine per l’appalto dei servizi mensa nei siti nucleari in dismissione

3 lotti rispettivamente per le ex centrali nucleari di Latina e Trino (Vercelli) e per il sito di Bosco Marengo (Alessandria)

TerniEnergia, Cda approva il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017

ll Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, società quotata sul segmento Star di Borsa Italiana e parte del Gruppo Italeaf, riunitosi in data odierna con la presidenza di Stefano Neri, ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017.

Pasticcio nucleare / La commessa della discordia: Saipem chiede un risarcimento di 70 milioni a Sogin

GRAVE DANNO D’IMMAGINE, PER SAIPEM MA ANCHE PER SOGIN – Saipem non ci sta a passare per ‘inadempiente’ e chiede un maxi risarcimento a Sogin, l’azienda di Stato che si occupa della gestione dei rifiuti radioattivi.