Terni, il Sindaco: “non si gioca sulla pelle dei cittadini, rivedere i canoni idrici”

“Serve un confronto con la Regione Umbria per una più equa e giusta ripartizione dei canoni idrici, visto che a Terni arriva solo una piccola parte del totale”

di Leonardo Latini, sindaco di Terni

Qui chi continua a giocare sulla pelle di Terni e dei suoi concittadini è il Pd con i suoi consiglieri comunali più occupati ad immaginare intrighi, ad attribuire ruoli e poteri, a costruire scenari di comodo che a fare una sana e costruttiva opposizione per una volta con il solo obiettivo di fare il bene della città.

Insieme a tutta la Giunta sono impegnato nell’opera di risanamento dei conti, cercando di mettere a frutto quelle poche risorse disponibili per risolvere le grandissime criticità che la città vive dopo i danni creati dalla pessima amministrazione precedente.

Anche per questo è quanto mai necessario aprire un tavolo di confronto con la Regione Umbria per una più equa e giusta ripartizione dei canoni idrici considerando che a Terni arriva solo una piccola parte del totale e che il Comune con tali risorse non è nemmeno libero di effettuare quelle scelte strategiche nell’interesse dei cittadini.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.