Terni, piove in Comune: “dopo i centri giovanili chiudiamo pure Palazzo Spada?”

Mentre si attende la neve, a Terni le infiltrazioni d’acqua piovana hanno raggiunto anche il secondo piano del Comune. Il M5S chiede di verificare l’agibilità di Palazzo Spada e, provocatoriamente, richiama la chiusura dei centri sociali “per questioni ideologiche mascherate da questioni strutturali”

Questa è la situazione vergognosa in cui versa stamattina l’ufficio della commissione garanzia e controllo, gli uffici adiacenti e il terzo piano di Palazzo Spada stamattina.

Le infiltrazioni d’acqua stanno ormai raggiungendo anche il secondo piano. I fili della corrente immersi nell’acqua mettono a rischio persino chi ignaro passa nel corridoio. 

Dopo mesi di pazienza stamattina al fine di tutelare chi lavora all’interno di Palazzo Spada ed anche i cittadini ho presentato un esposto alla USL 2 Umbria, ai Vigili del Fuoco nonché al responsabile della sicurezza dei lavoratori.

Mentre senza alcuna perizia o documento formale si annuncia la chiusura di centri giovanili e centri sociali, per questioni ideologiche mascherate da questioni strutturali, questo è ciò che avviene nella sede dell’amministrazione comunale. Siamo prossimi a una chiusura di Palazzo Spada?

Thomas De Luca (M5S),

Presidente della commissione garanzia e controllo – Comune di Terni

Be the first to comment on "Terni, piove in Comune: “dopo i centri giovanili chiudiamo pure Palazzo Spada?”"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.