Terni, assessori Proietti e Alessandrini: “non sapevamo di essere debitrici ma abbiamo saldato tutto, anche le bollette prescritte”

TERNI – “La nostra attività di amministratori della città è iniziata da pochi giorni e ci troviamo nostro malgrado al centro di polemiche che non ci saremmo aspettate di dover affrontare, perché non riguardano l’attività istituzionale”. Lo dichiarano in una loro nota gli assessori Valeria Alessandrini ed Elena Proietti.

“Ci aspettiamo critiche costruttive sugli atti e sui provvedimenti che andremo a prendere nei prossimi mesi e nei prossimi anni – continua la nota – ma ci dispiace enormemente dover impiegare il nostro tempo per spiegare ai cittadini situazioni di morosità di piccola entità che riguardano alcune multe e bollette che abbiamo comunque provveduto a sanare. Di questi atti – come capita a tanti – per la complessità delle proprie vite e della gestione familiare, non avevamo consapevolezza o addirittura gli atti stessi non sono stati adeguatamente sollecitati risalendo addirittura al 2012”.
“Per un principio di trasparenza vogliamo dunque render chiaro – ora che è chiaro anche a noi – che gli assessori debitori per atti antecedenti alla nostra nomina, siamo noi”.
In particolare nel caso di Valeria Alessandrini si trattava di multe ( per circa 1.500 euro). Mentre nel caso di Elena Proietti si trattava di una bolletta della SII (835 euro), “un credito non esigibile perché prescritto, come da comunicazione protocollata della società e nonostante questo saldato”.
“Per questo siamo dispiaciute, ma non ci sentiamo certo delle criminali, anche perché non appena presa consapevolezza della questione abbiamo immediatamente provveduto al saldo”.
“In tutta coscienza non riteniamo che tali situazioni possano in qualche modo inficiare la nostra attuale e futura attività di amministratrici”. “Facciamo perciò affidamento sulla comprensione dei cittadini, affinché la questione venga valutata nella sua reale entità e si possa, finalmente, iniziare a lavorare tutti insieme, sulle questioni concrete e sulle emergenze di Terni”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.