Bomba a Terni, il Vice Governatore Paparelli bacchetta Fiorini: “gaffe istituzionali”

Fabio Paparelli corregge l’esponente della Lega: “la Protezione Civile non ha alcun compito in materia di sicurezza e ordine pubblico”

Emergenza rientrata: nella giornata di domenica gli artificieri dell’esercito hanno completato le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico, che è stato trasportato nella cava di San Pellegrino, a Narni, dove è stato fatto brillare

Emanuele Fiorini, consigliere regionale e comunale, aveva polemizzato con la Protezione Civile umbra, annunciando la presentazione di un’interrogazione alla giunta regionale, per via della scarsa sorveglianza – atta a prevenire i furti – delle abitazioni dei cittadini che erano stati evacuati

TERNI – “Ennesima gaffe del consigliere Fiorini, il quale dopo le gaffe sulla Merkel ed il nazismo, dopo quella su doping e dumping, ne spara un’altra dimostrando ancora una volta la propria ignoranza istituzionale”. Lo ha dichiarato il vicepresidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli, in un post pubblicato due giorni fa sul proprio profilo Facebook.

“Vorrei spiegare ai miei concittadini –dice Paparelli – che, al contrario di quanto incredibilmente affermato da Fiorini, la Protezione Civile regionale NON HA ALCUN COMPITO in materia di sicurezza nè dì controllo dell’ordine pubblico e quindi non può essere adibita al controllo dei varchi notturni, questione di esclusiva competenza delle forze dell’ordine preposte. La Prociv è a servizio delle autorità cittadine – sindaco e prefettura – per tutte le questioni di cui loro riterranno opportuno avvalersi, nell’ambito di quanto previsto dalla legge per l’occasione.
L’arte del governo – conclude il vicegovernatore della Regione – implica assunzione non scarico, peraltro fuori luogo, di responsabilità!”.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.