Terremoto, sequestri a Norcia. Lega: “cittadini ostaggio della burocrazia”

Sequestrato – per violazioni delle norme sull’edilizia – il centro polivalente realizzato con i soldi delle donazioni per il sisma: indagato anche il sindaco di Norcia Nicola Alemanno e l’architetto milanese Stefano Boeri. I leghisti: “la politica deve dare risposte, bisogna semplificare le procedure per l’emergenza post terremoto”

La rinascita delle popolazioni terremotate vittima della burocrazia, delle normative e delle ordinanze d’emergenza poco chiare. Dopo la struttura di Ancarano, la Procura di Spoleto ha sequestrato anche il centro polivalente Boeri di Norcia, inaugurato lo scorso Giugno dall’allora Commissario, Vasco Errani e realizzato con fondi privati.  Chiara la presa di posizione dei neo parlamentari Lega, Virginio Caparvi, Luca Briziarelli, Donatella Tesei, Riccardo Augusto Marchetti e Simone Pillon assieme al Sen. Candiani,  che scendono a fianco dei cittadini. “C’è un apparato burocratico che vive per se stesso, indifferente rispetto alle situazioni e al dolore dei terremotati  – si legge nella nota –  spetta alla politica dare risposte concrete  e riscrivere le regole in modo chiaro e inequivocabile.

Il nostro obiettivo è quello di lavorare per consentire ai cittadini, ai sindaci e agli operatori turistici, vero motore della ripartenza di Norcia, di operare ed investire per il bene del territorio. Da parte della Lega massima fiducia nel lavoro della Magistratura ma è compito della politica dare risposte ai cittadini là dove, la burocrazia diventa un ostacolo. Lo abbiamo detto in campagna elettorale e lo ha ribadito anche il sindaco di Visso, Pazzaglini oggi Senatore della Lega:  occorre riprendere le ordinanze scritte, correggerle e raccoglierle in un testo unico da approvare nella forma di una legge speciale, perché una situazione straordinaria non si può gestire in maniera ordinaria.

I sindaci devono essere liberi di agire e di assumersi le proprie responsabilità. Da parte della Lega massimo impegno per risolvere questo cortocircuito assolutamente paradossale che oltre a bloccare la città, genera insicurezza in tutti coloro i quali hanno volontà di farla ripartire. Il 21 Marzo saremo a Norcia per incontrare le popolazioni terremotate e il sindaco Alemanno a conferma dell’attenzione e della vicinanza che la Lega ha dimostrato in questi 19 mesi”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.