Caso Unmil di Terni, Emanuele Fiorini (Lega Umbria): “Sarà la magistratura a fare luce sulla questione”

Il consigliere regionale leghista interviene sui rapporti tra l’ospedale di Terni e l’Unione dei mutilati e invalidi del lavoro (Unmil)

TERNI – Riceviamo e pubblichiamo – “Sarà la Corte dei Conti a far luce sulla questione dell’Unmil di Terni e dei contributi da essa recepiti”. Il capogruppo Lega Umbria, Emanuele Fiorini, si rivolge al direttore dell’azienda ospedaliera di Terni, Maurizio Dal Maso: “Non ritengo opportuno chiudere questa vicenda senza prima aver chiarito alcuni punti oscuri – continua Fiorini – Aspettiamo ancora risposte concrete riguardo ai mancati controlli di Regione Umbria e Azienda ospedaliera di Terni rispetto al registro delle associazioni di promozione sociale.

Come è accaduto per il caso Unmil non possiamo escludere che in tale elenco risultino iscritte altre realtà senza averne effettivamente titolo, con un relativo spreco di risorse pubbliche.

Siamo per la legalità e la trasparenza e in un momento storico come questo riteniamo indispensabile assegnare con criterio le risorse a chi realmente è accreditato ad occuparsi del sociale e del territorio. Non è affatto rilevante che la Unmil sia annoverata nel registro Onlus (abbiamo dei dubbi anche su questo aspetto e stiamo verificando) in quanto ciò non giustifica i contributi ad essa elargiti o le agevolazioni in termini di spazi e strutture all’interno del nosocomio cittadino. Da chiarire, inoltre, a quale titolo sia stato stabilito,da parte del Direttore amministrativo dell’ospedale di Terni, il conferimento di alcune deleghe al presidente della Unmil.

La nostra battaglia in tal senso prosegue e siamo fiduciosi del percorso intrapreso dalla magistratura contabile e dall’autorità giudiziaria in seguito al nostro esposto”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.