Elezioni Umbria, Lega: “Siamo pronti a conquistare la Regione”

Il senatore Stefano Candiani, dopo la vittoria alle elezioni politiche, commenta: “L’Umbria ha bisogno di risposte. Occupazione, sicurezza e ricostruzione non possono più aspettare”

Riceviamo e pubblichiamo la nota della Lega – “L’Umbria ha bisogno di risposte e noi non vediamo l’ora di mantenere le promesse fatte in campagna elettorale. Dedizione,  impegno e costanza saranno le basi da cui partirà la nostra azione politica, come abbiamo già fatto nei comuni che, negli anni, siamo stati chiamati a rappresentare ”. Esordiscono così i cinque  parlamentari della Lega Umbria, Luca Briziarelli, Virginio Caparvi , Riccardo Augusto Marchetti, Simone Pillon e Donatella Tesei che, assieme al segretario regionale Sen Stefano Candiani e al direttivo umbro hanno tracciato, in conferenza stampa, un bilancio sullo storico  risultato registrato all’ultima tornata elettorale e gettato le basi per gli appuntamenti futuri. “Abbiamo concluso solo il primo tempo di un’importante partita elettorale che ci porterà al governo della Regione – ha chiarito il senatore Lega Stefano Candiani – l’ottimo risultato conquistato sul campo dalla Lega è il frutto di un lavoro quotidiano che vede nell’ascolto dei cittadini e nella ricerca di soluzioni concrete e realizzabili, la sua priorità.

Temi fondamentali come l’occupazione, la sanità, la sicurezza e la ricostruzione non possono più aspettare. Abbiamo un programma di governo serio e realizzabile, siamo l’unica vera alternativa al mal governo della sinistra o all’improvvisazione penta stellata. Questo importante traguardo elettorale che ha visto la Lega come unico vincitore in Umbria, successo riconosciuti anche dalla stessa Presidente Marini, è per noi motivo di orgoglio e responsabilità. Un punto di partenza e non di arrivo, uno stimolo per fare sempre meglio a partire dalle elezioni comunali che interesseranno a breve, comuni importanti come Terni, Spoleto, Umbertide, Corciano, Passignano e Trevi che vedranno i nostri parlamentari, segretari cittadini e il direttivo umbro, in prima linea”

Emozionati, ma con le idee ben chiare i cinque parlamentari che dopo aver ringraziato i consiglieri regionali Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini, le sezioni e tutti i militanti hanno focalizzato gli interventi sul male principale che sta logorando l’Umbria:  “C’è troppo distacco – dicono – tra istituzioni e cittadini. Dobbiamo costruire ponti sulle paludi lasciate da un PD sempre più rinchiuso nei suoi tristi palazzi”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.