Inceneritore ACEA: continuerà a bruciare. Nevi (FI): “ecco le promesse del M5S”

L’inceneritore ACEA non verrà mai chiuso, almeno fino al 2024. Non solo: la società del Comune di Roma non ha intenzione di bloccare il procedimento per bruciare i rifiuti urbani al posto del pulper di cartiera. Il forzista Raffaele Nevi attacca i 5 Stelle: “Avevano assicurato che ACEA era pronta a ritirare la richiesta per bruciare i rifiuti e addirittura a chiudere l’inceneritore”

di Raffaele Nevi, consigliere regionale*

Il grillino Liberati è  stato completamente spiazzato dalle dichiarazioni dei tecnici di Acea che, sulla base delle domande poste dal sottoscritto, hanno chiaramente detto che non hanno intenzione di ritirare la richiesta di bruciare rifiuti urbani al posto del pulper di cartiera e che Acea non ha minimamente deciso di chiudere l’inceneritore di Terni. Quindi le profezie di Liberati affidate ad interventi stampa, da lui stesso fatti nel mese di aprile scorso circa un imminente ritiro da parte di Acea della richiesta di bruciare rifiuti e addirittura della chiusura del termovalorizzatore di Terni, sono da considerare, ad oggi, promesse non mantenute e di cui dovrà rispondere pubblicamente il Movimento Cinque Stelle, stamani forse si sono resi conto che un conto sono le chiacchiere e un conto i fatti. Qui c’è tutto il fallimento di un movimento che fonda la sua esistenza su proposte che spesso si dimostrano irrealizzabili. E’ inutile che tenta con il suo comunicato mandato in fretta e furia di confondere la realtà e continuare a prendere in giro i cittadini ternani.

*Capogruppo Forza Italia-  Regione Umbria

Rispondi