Troppi stranieri nel calcio italiano: anche la Lega difende Pochesci

L’Italia rischia la qualificazione ai Mondiali – Scende in campo la politica: la Lega appoggia l’allenatore della Ternana, che rischia il deferimento per aver criticato la presenza di troppi giocatori stranieri nelle squadre italiane

di Federico Cini (segretario Lega Terni)

Apprendiamo dalla stampa che lo sfogo dell’allenatore della Ternana Sandro Pochesci, a seguito della sconfitta rimediata dalla nazionale italiana contro la Svezia, ha avuto una rilevanza non di poco conto sia per toni che per contenuti. Fuori dagli schemi del politicamente corretto in cui troppo spesso si viene ingabbiati, quest’uomo, che a quanto mi risulta di politica non ha mai parlato, dice qualcosa che in molti pensano e lancia un messaggio chiaro e semplice. Il risultato delle politiche contro l’identità dei popoli attuate ormai da decine di anni ad ogni livello, in ogni ambito, è il puro disfacimento di quanto le nostre civiltà hanno faticosamente costruito. No, non stiamo parlando solo di squadre di calcio, ma l’esempio calza a pennello. Come fa notare Pochesci a forza di importare “talenti” stranieri nel nostro campionato i talenti italiani sono spariti o, aggiungo io, sono scappati altrove. Il risultato ovviamente è un campionato pieno di calciatori stranieri e una nazionale inesistente, senza arte né parte, che si fa “menare” da chiunque. No, di nuovo, non stiamo parlando di calcio. L’allenatore altro non fa che portare la sua opinione in un ambito in cui è evidentemente competente, e per questo rischia addirittura il deferimento, come del resto chiunque altro in Italia osa dire le cose come stanno, con chiarezza e decisione. Noi non ci stiamo, non si tocca chi esprime la sua opinione, tanto più se lo fa a ragion veduta come l’allenatore rossoverde Pochesci. È il momento di alzare la testa, vorrei per una volta vedere tutta la città unità in difesa di chi, semplicemente, ha detto la verità. Vorrei vedere domani tutti i social riempirsi con l’hashtag #iostoconpochesci.

2 thoughts on “Troppi stranieri nel calcio italiano: anche la Lega difende Pochesci

Rispondi