Consiglio comunale straordinario sul predissesto, Crescimbeni: “Di Girolamo chiarisca”

“Serve chiarezza sulle misure che l’Amministrazione intende adottare per fronteggiare la grave situazione finanziaria. Il fondo di rotazione è un rimedio peggiore del male”

TERNI- “La richiesta di un consiglio straordinario in ordine alla situazione finanziaria del Comune, con riferimento alla dichiarazione di predissesto ed al piano di riequilibrio, è motivata dalla imprescindibile necessità di fare immediata chiarezza sulle strategie adottate dal Comune di Terni per fronteggiare la gravissima situazione di crisi in atto”. Così il consigliere comunale Paolo Crescimbeni che evidenzia come i “consiglieri comunali, pur di diversi schieramenti, hanno ritenuto inoltrare tale richiesta al Sindaco ed al Presidente del Consiglio al solo fine di evitare che pesanti ricadute economiche, derivanti da una dissennata politica della spesa, gravino sui cittadini attraverso l’aumento delle tasse”.

“Si ritiene – prosegue Crescimbeni – che il temuto ricorso al fondo di rotazione sia, per questi motivi, un rimedio peggiore del male. Il Sindaco non potrà in ogni caso sottrarsi ad un dovere di assoluta trasparenza in merito a scelte suscettibili di avere pesantissime ricadute sul territorio”.

Rispondi