Tramini M5S: “Narni peggiore di tutta l’Umbria per i giovani in fuga”

“Vorrei ripartire da un mio intervento in sede di consiglio del 19/10, per far luce su un dato veramente spaventoso ed allarmante riguardo il nostro Comune” Commenta Tramini Luca Capogruppo del M5S a Narni, “vorrei portare alla luce del Consiglio un’informazione molto importante, una vittoria per Narni,  riguardo gli ultimi dati ISTAT è prima tra i Comuni sopra i 10.000 abitanti con il maggior numero di ragazzi che tra i 25 e i 40 anni abbandonano il nostro territorio, quindi ci farei un applauso a tutti quanti per questo grandissimo primato. (ovviamente ironico)

Continua “Penso che questo dato sia fondamentale e spero che dia vita a un ragionamento concreto, a un ragionamento importante perché come abbiamo detto più volte Narni vive una fase di stallo, Narni deve ripartire perché sennò morirà e questo è un dato drastico, meno 16,2% cioè i ragazzi tra i venticinque e i quarant’anni quelli che hanno la mia età, lo vivo per primo, tocco direttamente questi problemi.” Giovani, giovanissimi, ingegneri, fisici, professionisti ma anche artigiani, che se ne vanno, vanno a Milano, vanno all’estero, perchè sul nostro territorio o trovano lavori che invece di una giusta retribuzione offrono “esperienza” da inserire nel curriculum. Commesse, impiegati, che vengono sottopagati o retribuiti in nero, commercianti strozzati dalle tasse e costretti a licenziare o bloccare le assunzioni. E’ un problema che nasce da lontano i dati infatti si riferiscono dal periodo che va dal primo gennaio 2012 al primo gennaio 2017 , un allarme importante, una sconfitta devastante, non si può piu’ far finta di nulla, la Giunta Regionale ed la nostra Amministrazione Comunale devono dare risposte immediate e concrete. Per questo ho inviato il “Consiglio,la Giunta ed il Sindaco ad iniziare a fare ragionamenti importanti, scelte magari impopolari, un cambio di direzione fondamentale per poter rilanciare il nostro territorio, ripeto, è un dato secondo me tragico e spero veramente che dia vita a delle prese di posizione forti, che dia vita a delle progettualità importanti e dia vita a scelte che vadano in un’altra direzione, perché Narni lo abbiamo sempre detto può rinascere, ha le possibilità incredibili, ha i mezzi per farlo.” Servono professionalità, servono soluzioni concrete, come uno sviluppo turistico serio, come l’ampliamento del polo universitario, il rilancio dell’artigianato e di un commercio di qualità. Prima di tutto però servono scelte da parte dell’amministrazione ferme e coraggiose con investimenti da parte della Regione Umbria importanti è ora che Narni faccia la voce grossa e non sia come sempre l’ultima ruota del carro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.