Legge elettorale, M5S: “Democrazia in pericolo, la battaglia civile continua al Senato”

Il deputato M5S Mirko Busto attacca: “il Rosatellum premia gli accordi sottobanco tra partiti e confonde l’elettore”

“La democrazia è in pericolo, ma come M5S non ci arrendiamo, la nostra battaglia di civiltà perché il Paese abbia una legge elettorale equa prosegue al Senato. Siamo inorriditi davanti a questa legge elettorale che premia le accozzaglie tra partiti e che confonde l’elettore”. Lo dichiara il deputato M5S Mirko Busto che evidenzia come “il Rosatellum, antidemocraticamente, premierà gli accordi sottobanco e non i programmi di governo costruiti con coerenza. I 67 parlamentari che rappresenteranno il Piemonte saranno scelti in parte con il sistema maggioritario, in parte saranno eletti in uno scontro diretto nei cosiddetti collegi uninominali. I confini sul territorio di tali collegi saranno però ridisegnati dallo stesso governo tra alcune settimane, ed è facile immaginare che ciò sarà fatto a uso e consumo di chi al governo c’è già”.

Busto prosegue affermando che come M5S “chiediamo a cittadini e media la massima attenzione a quanto sta accadendo. Molti di loro sono scesi e scenderanno in piazza contro questa legge oscena e vergognosa. Seguendo quanto accade nelle aule del Parlamento è facile capire che la torta da spartire fa gola a tutti i partiti tradizionali: Salvini, Renzi, Berlusconi vanno d’amore e d’accordo pur di mangiare. Anche nel nostro territorio dobbiamo ribellarci a questi giochi a tavolino che nulla hanno a che fare con la tutela dei beni comuni e con l’ascolto dei cittadini. Se perderemo la battaglia la prossima settimana al Senato chiederemo l’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Noi – conclude il parlamentare pentastellato – combatteremo fino in fondo con azioni incisive e non violente per denunciare questa legge elettorale che è una vera e propria truffa ai danni di tutti noi cittadini. Il diritto-dovere del voto elettorale viene sostituito con una colossale presa in giro. Il MoVimento 5 Stelle si presenterà con un solo simbolo e, per la prima volta nella storia della politica italiana, con un programma di governo scritto insieme ai cittadini sulla piattaforma internet Rousseau”.

Rispondi