Terni – Appalto pulizie, Fiorini (Lega Nord): “ore e salari adeguati”

Ore di servizio ridotte per la pulizia degli immobili del Comune di Terni: gli stipendi passano da 800 a 300 euro al mese. La Lega Nord chiede di tutelare i lavoratori

“Tutelare i 26 lavoratori che si occupano delle pulizie degli immobili del Comune di Terni”. Il capogruppo Lega Nord Umbria, Emanuele Fiorini, sottolinea come “lo sciagurato taglio delle ore di servizio” abbia determinato una “notevole riduzione dello stipendio del personale che dalle 800 euro al mese adesso arriva a percepire buste paga di 300 euro mensili”.

Secondo il capogruppo si tratta “dell’ennesima scelta scellerata dell’Amministrazione comunale ternana che, per risparmiare sulla pelle dei cittadini e dei lavoratori, rischia di compromettere l’igiene e la vivibilità degli spazi pubblici e influire negativamente sulla vita degli addetti al servizio, in gran parte monoreddito”.

Due le strade che la Lega Nord intende percorrere: “Cercheremo, innanzitutto, di capire – dice Fiorini – se è possibile revocare il contratto in essere, in virtù dell’impossibilità di garantire gli standard del servizio (stesso numero di addetti, stessi metri quadri da pulire, ma la metà di ore lavorative) da parte della ditta che ha preso in carico l’appalto. Se ciò non fosse possibile, auspichiamo, in considerazione della prossima scadenza contrattuale (31 dicembre 2017), in un bando che preveda ore lavorative e standard salariali adeguati, nel pieno rispetto della dignità del personale impiegato”.

Rispondi