Appalti Terni: la mensa è uguale per tutti / All Foods porta coop Gemos e Comune in Tribunale

SOCIETÀ  DI CAPITALI (SRL) TERNANA vs COOP ROMAGNOLA – La società Eutourist Srl, di proprietà della ternana All Foods Srl,  ha presentato un ricorso al TAR contro la decisione del Comune di Terni di affidare la gestione delle mense scolastiche alla cooperativa Gemos di Faenza (Ravenna). Il Tribunale Amministrativo Regionale ha accolto la richiesta del gruppo All Foods congelando l’aggiudicazione dell’appalto: Gemos garantirà il servizio di refezione scolastica ma non può firmare il contratto con il Comune di Terni. Udienza rinviata al 26 settembre.

BUTTIAMOLA IN POLITICA – Si spera che il PD ternano e umbro riacquisti un pò di buon senso e che finiscano certe ‘rendite di posizione’ che, da tempo, non hanno più ragione di esistere. Tradotto: basta con i miracolati che, senza voti “propri” conquistati sul campo, si ritrovano catapultati in giunta regionale, in Parlamento o sopra qualche altra poltrona pubblica ben retribuita.

BASTA “CERCHI MAGICI” e “ANIME BELLE” – Certo è difficile, per chi non ha avuto un’adeguata legittimazione politica popolare, anche solo provare ad accennare alla esigenza di tutelare le imprese e gli operatori economici locali, anche nei lavori pubblici, senza suscitare il sospetto di difendere gli interessi di qualche “cerchio magico”. Queste cose però dovrebbero capirle per primi i tanti manager e dirigenti di aziende i cui interessi economici, oggi, vengono messi in discussione.

TERNI | (Umbria24.it) – Il Tar dell’Umbria stoppa l’aggiudicazione dell’appalto del Comune di Terni alla Gemos e a una settimana dalla ripresa delle attività scolastiche è caos mense. Nel decreto firmato nelle ultime ore dal presidente Raffaele Potenza, infatti, viene accolta la richiesta di sospensiva presentata da Euroturist-All Foods, congelando di fatto la procedura di stipula del contratto per il servizio di refezione in attesa di discutere in sede collegiale la misura cautelare amministrativa. In questo senso si pronunceranno i giudici dopo la camera di consiglio fissata al 26 settembre.

LA QUESTIONE DEL CENTRO DI COTTURA

Tar stoppa appalto mense In particolare nel dispositivo del Tar si legge che il Comune ha «tuttavia la facoltà di immettere la società controinteressata nel servizio in questione, anche tenuto conto dell’opportunità di salvaguardare, nel pubblico interesse, una componente della funzione scolastica in atto». Secondo il decreto del presidente del tribunale, dunque, la Gemos potrebbe erogare i pasti nelle mense scolastiche di Terni, anche se l’esito dell’appalto è appeso al procedimento amministrativo pendente sul delicato servizio.

Verifica requisiti necessaria Nel dettaglio, Euroturist-All foods ha chiesto ai giudici l’annullamento di una serie di atti, a cominciare dalla determina del 25 agosto 2017 con cui la dirigente Virili «ha preso atto dell’aggiudicazione provvisoria alla Gemos del 7 agosto», disponendo «di procedere comunque all’affidamento della fornitura del servizio di ristorazione scolastica alla ditta Gemos, in attesa dell’esito delle verifiche generali dei requisiti mediante il sistema A-vcpas» dell’Anac. Un passaggio che non convince il Tar: «L’aggiudicazione in questione diventa efficace dopo la verifica del possesso dei requisiti prescritti, quindi non può consentirsi la stipula del contratto».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.