Maxi rissa in centro. Il sottosegretario Bocci: “Difendere i residenti e cacciare i balordi”

Più di 30 stranieri si sono affrontati la scorsa notte nella zona tra Corso Vecchio e la Biblioteca comunale

TERNI | (UmbriaDomani.it) – Qualcosa che non va a Terni c’è anche se negli ultimi tempi le forze dell’ordine hanno moltiplicato gli sforzi. Soprattutto nel centro della citta’ le risse vanno di scena con troppa frequenza. Lo stesso sottosegretario al Ministero dell’Interno Gianpiero Bocci, sentito da Umbria Domani, afferma: “Così non può continuare, vanno difesi i residenti e cacciati i mascalzoni”. Per il rappresentante del Viminale “occorre mettere fine a questa violenza”. Bocci sembra interpretare bene lo stato d’animo dei ternani, ormai stufi nel vedere il centro in mano a dei balordi.

L’ennesima rissa è avvenuta , poco dopo le cinque del mattino, nella zona adiacente la biblioteca comunale, con i residenti di corso Vecchio svegliati e terrorizzati da più di 30 stranieri che si stavano affrontando con scene di inaudita violenza. Danni anche ad alcune auto ma quando i poliziotti e carabinieri arrivano sul posto a corsi Vecchio non c’era più nessuno. Spariti tutti i protagonisti della rissa. Probabilmente si tratta di spacciatori e ragazzi ubriachi , balordi veri che non hanno alcuna paura.

Ma Terni non può continuare ad essere sotto assedio, i residenti sono arrabbiati e stufi.

Rispondi