Terni, emergenza rifiuti e discariche abusive. M5S: “chiarezza su gestione appalto da 400 milioni”

Pasculli (M5S): “la Commissione di Controllo e Garanzia farà piena luce sull’appalto per la gestione integrata dei rifiuti urbani, aggiudicato all’ASM e al CNS, a cui poi è subentrata la COSP Tecnoservice” 

di Federico Pasculli, consigliere comunale M5S* 

Valutata l’improrogabile necessità di un approfondimento straordinario, la IV Commissione di Controllo e Garanzia di cui sono presidente procederà con somma urgenza a far piena luce sull’appalto per la gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati nel territorio dell’ATI 4 dell’Umbria. Appalto aggiudicato per un valore di circa 400 milioni di euro al R.T.I. formato da ASM e CNS ( a cui poi è subentrata l’associata COSP TECNOSERVICE)  e assegnato con un ribasso dello 0,81%.

Vista l’emergenza rifiuti oramai conclamata e il dilagare senza freni delle discariche abusive nel territorio, una delle quali potrebbe essere la causa dell’incendio che sta procurando gravissimi danni e forte apprensione in tutta la Valserra, si ritiene doverosa e non ulteriormente procrastinabile un’indagine conoscitiva per verificare le cause di tale fenomeno. Una simile azione viene sollecitata anche dalle continue comunicazioni di cittadini che quasi quotidianamente ci segnalano cumuli di rifiuti disseminati in varie zone della città.
La commissione eserciterà il suo potere di vigilanza sulla corretta e regolare attuazione degli accordi previsti nel contratto di servizio con il R.T.I formato dalle società ASM e COSP TECNOSERVICE che gestiscono la raccolta dei rifiuti valutando ed evidenziando eventuali inadempimenti.
Verranno esaminate le cause di questo corto circuito funzionale anche alla luce dell’aumento delle tariffe segnalateci dai cittadini e la corretta applicazione della procedura di assegnazione dell’appalto secondo i poteri attribuiti alla Commissione dall’art. 39 comma 2 dello Statuto comunale.
*Presidente IV Commissione di Garanzia e Controllo

 

Rispondi