Totoassessori Narni, M5S: “Sinistra in cerca di poltrone”

“Finite le promesse della campagna elettorale, ricominciano i teatrini della vecchia politica. Basta scambi di favori”

dal M5S Narni

Finiscono le promesse della campagna elettorale, ricominciano i teatrini della vecchia politica. Dalle ultime notizie, apparse sugli organi di stampa, si apprende di come i tanti simboli di quella coalizione capeggiata dal PD, ora reclamano il compenso del loro aiuto in una gara in cui anche chi non ha partecipato, pretende la sua parte.

La richiesta della Sinistra italiana(ex SEL),Insieme Possiamo e MDP Art. 1 è significativa, ricordiamo che, in un’amministrazione sana la figura dell’assessore è una figura puramente tecnica, competente, capace di rispondere e risolvere i problemi della cittadinanza mettendo in atto il programma elettorale. Invece abbiamo l’ennesima dimostrazione che le poltrone sono solamente le ricompense per i voti portati. Addirittura si ricerca, chi forse, ci ha preso gusto nell’indossare vestiti troppo comodi, “riesumando” anche coloro che sono stati bocciati dai cittadini nella tornata elettorale.

“La sinistra divisa è fuori dal nuovo Consiglio, ma con il 5,63% dei voti ha consentito al candidato sindaco di essere eletto al primo turno”. Questa frase, scritta in un articolo pochi giorni fa non lascia molto spazio all’immaginazione, una pressione, legittimata dalla libertà d’espressione, che non consente all’attuale amministrazione una scelta libera e dai caratteri competenti, tirando la giacchetta del sindaco.

Comportamenti questi, che non possono più passare inosservati, come se tutto fosse dovuto, scambi e “donazioni” a favore di un 5%  non rappresenta la volontà di una città intera. Confidiamo nella speranza che almeno questi cinque anni il PD  riuscirà a gestire l’amministrazione meglio di come ha fatto fino ad ora e senza scambi di favori, anche se l’inizio non sembra dei migliori.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.