Collerolletta, inaugurata la nuova gestione Salus Umbria Terni

TERNI – E’ stata inaugurata stamattina, in un clima festoso e con la partecipazione degli operatori, degli ospiti e delle loro famiglie, la residenza protetta di Collerolletta.

In particolare, il taglio del nastro ha riguardato la nuova gestione della struttura, acquisita a tutti i livelli dalla Salus Umbria Terni srl, creata da ACTL, Servizi e strutture terza età e ASAD.

Hanno partecipato il presidente Sandro Corsi, il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, la dottoressa Maria Grazia Proietti della Comunità di Sant’Egidio, il parroco don Luca Andreani, il presidente dell’associazione I Pagliacci Alessandro Rossi, accanto ai membri del consiglio di amministrazione della società.

“L’inaugurazione – ha sottolineato Sandro Corsi – riguarda nello specifico la nuova gestione: la residenza di Collerolletta, infatti, è in attività dal 2012 ma è stata oggetto, come è noto, di molte traversie che hanno portato al mancato pagamento di ben 14 mensilità dovute, da parte della cooperativa Aidas, alle lavoratrici impiegate. Nonostante questo, l’attività non è mai stata interrotta proprio grazie alle operatrici che hanno sempre garantito il loro prezioso lavoro nonostante le difficoltà, dimostrando una vera e propria vocazione per questo lavoro”.

Un particolare ringraziamento, sia da parte di Corsi che del sindaco Di Girolamo, è andato al commissario che ha curato la liquidazione dell’Aidas, Marcella Galvani: “Quello di oggi è un giorno importante anche per la città: – ha sottolineato il sindaco – è stato merito del commissario se è stato scampato il pericolo di vedere un’altra opera incompiuta in città. Fortunatamente oggi inauguriamo una nuova gestione e una struttura all’avanguardia pensata e progettata appositamente per il suo scopo, in grado di fornire vivibilità interna e fruibilità. Un plauso alle donne che lavorano qui e che hanno la capacità innata di prendersi cura degli altri”. Importante anche il contributo dell’associazione I Pagliacci, che offre all’interno della struttura attività ricreative creando anche nuove sinergie, e della Comunità di Sant’Egidio: “ormai qui siamo di casa – ha detto la dottoressa Proietti – da 14 anni portiamo avanti una storia di amicizia che dura e che continuerà continuando a basarsi sull’affetto e sulla semplicità, anche quando la vita si fa più complicata”.

L’inaugurazione si è conclusa con le parole e la benedizione di don Luca Andreani, che ha ringraziato ACTL e i singoli operatori, in grado di contribuire “all’allenza dell’amore”, “mettendosi a servizio degli anziani per farli sentire a casa”.

La residenza di Collerolletta – che impiega circa 70 lavoratori di cui 60 sono stati riassorbiti dalla nuova gestione – conta ad oggi 90 ospiti in ambito residenziale, mentre il centro diurno è frequentato ogni giorno 20 persone.

Rispondi