Inceneritore Terni, la Regione Umbria autorizza: il Comune porta tutti in Tribunale

COMUNE DI TERNI vs REGIONE – Il Comune di Terni ha presentato un ricorso al TAR contro la Regione Umbria che ha autorizzato il riavvio dell’inceneritore “Terni Biomassa”.

DI GIROLAMO: «SERVE UNO STUDIO EPIDEMIOLOGICO» – Il Tribunale ha accolto il ricorso del Comune di Terni, che evidenziava la necessità di predisporre uno studio epidemiologico sulla diffusione di malattie e patologie nella conca ternana.  

 

TERNI | (Umbria24.it) – Verrà preso in esame il prossimo 24 ottobre il ricorso presentato dal Comune di Terni contro il rilascio dell’Autorizzazione integrata ambientale per l’impianto di Terni Biomassa. E’ quanto ha deciso martedì mattina il Tar regionale, che ha preso in esame il caso.

Il sindaco «In relazione alla udienza in camera di consiglio che si è tenuta al Tar dell’Umbria – scrive il sindaco Leopoldo Di Girolamo in una nota diffusa dal Comune – per la trattazione dell’istanza  relativa al ricorso presentato dal Comune contro la regione Umbria e la soc. Terni Biomassa srl, inerente al rilascio dell’autorizzazione integrata ambientale del 22.03.2017, la discussione si è incentrata sullo studio epidemiologico disposto dalla Regione a marzo scorso e che potrebbe condurre alla definizione in via amministrativa della vicenda».

Prossima udienza «Il Comune – prosegue il primo cittadino – ha pertanto ritenuto opportuno chiedere la trattazione nel più breve termine possibile del merito del ricorso che, compatibilmente ai termini processuali vigenti, è stata accordata dal Tribunale Amministrativo che ha fissato apposita udienza pubblica per il prossimo 24 ottobre. Senza entrare nei contenuti di quanto accaduto e tantomeno voler anticipare alcuna conclusione – dichiara il sindaco – è innegabile che lo studio epidemiologico sia sempre di più elemento centrale in una vicenda incentrata sulla tutela dell’ambiente e della salute di questa città e che vede l’amministrazione comunale in prima linea  su questo fronte».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.