TerniEnergia, bilancio consolidato approvato: si apre una nuova era della smart energy company

Stefano Neri: “La nuova TerniEnergia avrà un ruolo da first mover nazionale nella digitalizzazione applicata al settore dell’energia elettrica”

Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, smart energy company attiva nei settori dell’energia da fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica, del waste e dell’energy management, quotata sul segmento Star di Borsa Italiana e parte del Gruppo Italeaf, ha approvato odierna il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2016.

Stefano Neri, Presidente e Amministratore Delegato, ha così commentato:

“TerniEnergia è totalmente focalizzata sull’attuazione del nuovo piano industriale, ma con l’approvazione del bilancio 2016 chiude virtualmente la fase di transizione legata al ridisegno strategico e alla trasformazione del Gruppo. Siamo confidenti di aver portato a termine le azioni più appropriate per realizzare un cambio di passo e ricercare una forte proiezione internazionale con ambiziosi target reddituali, delineati nel piano “Plug in the smart energy company”. Per il nostro Gruppo si apre, dunque, una nuova era. La nuova TerniEnergia avrà un ruolo da first mover nazionale nella digitalizzazione applicata al settore dell’energia elettrica, perseguendo la nuova identità da Smart Energy Company. Attraverso il processo di crescita per linee esterne, peraltro non ancora concluso, completeremo la trasformazione da provider e system integrator, con business ad alta intensità di capitali, a player tecnologico integrato lungo l’intera catena del valore dell’energia, in grado di combinare le capacità impiantistiche con le soluzioni digitali da implementare sulle infrastrutture elettriche e sui servizi di energy management”.

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2016

ricavi sono pari a Euro 86,1 milioni. La contrazione rispetto all’esercizio precedente (Euro 368,7 milioni; -76,7%) è attribuibile alla consistente riduzione dell’attività di energy management conseguente all’uscita dal perimetro di consolidamento di Free Energia, nelle more dell’acquisizione di una società target operante nel medesimo settore (come già indicato nelle linee strategiche del Gruppo), al fine di non modificare sostanzialmente il modello di business. I ricavi delle società acquisite Softeco Sismat e Selesoft entrano, invece, nel perimetro di consolidamento dal 1 Novembre 2016, a seguito della sottoscrizione dei relativi contratti di investimento. Inoltre, il risultato è influenzato (per circa Euro 7 milioni) dagli effetti dell’acquisizione delle predette società. Tale provento rappresenta il c.d. “Gain on bargain purchase” che, a valle del processo di Purchase Price Allocation, come previsto dai principi contabili di riferimento, è stato iscritto a conto economico.

L’EBITDA si attesta a Euro 17,3 milioni (Euro 25,2 milioni al 31 Dicembre 2015, -31,4%). L’Ebitda Margin è pari al 20,1%, in crescita rispetto all’esercizio 2015 (6,85%), per effetto della sopra menzionata “Gain on bargain purchase”.

Il Risultato Operativo Netto (EBIT) è pari a Euro 7,9 milioni (Euro 17,1 milioni al 31 Dicembre 2015), dopo ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni non ricorrenti per Euro 9,5 milioni (Euro 8,1 milioni totali nel 2015). Questo dato, in particolare, è influenzato dagli effetti negativi derivanti dalle svalutazioni delle partecipazioni in Veneto Banca, nonché in altri asset operativi e finanziari per un totale di circa Euro 3,8 milioni.

L’utile netto, che include la quota di risultato dall’attività delle JV, si attesta a Euro 1,1 milioni (Euro 2,6 milioni al 31/12/2015, -58,8%), mentre l’Utile ante imposte (EBT) è pari a Euro 2,5 milioni. Sull’utile netto si registra una sensibile incidenza del tax rate pari al 57% (analogamente al precedente esercizio, a causa degli effetti di imposizioni tributarie in capo ad alcune subsidiaries estere).

La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 93,7 milioni (Euro 89,5 milioni al 30/09/2016), in crescita per l’ingresso nel perimetro del Gruppo delle società Softeco e Selesoft. La Posizione Finanziaria Netta non corrente è pari a Euro 78 milioni, mentre la Posizione Finanziaria Netta a breve è pari a Euro 15,7 milioni. Il rapporto PFN/EBITDA è pari a 5,4x (rispetto a 3,46x dell’esercizio 2015).

Il Patrimonio Netto è pari a Euro 57,1 milioni (Euro 54,2 milioni al 30/09/2016), mentre il Capitale Immobilizzato si attesta a Euro 153 milioni, di cui Euro 79,4 milioni riferiti a immobilizzazioni materiali. Il Patrimonio Netto tiene conto anche delle azioni proprie detenute in portafoglio, che ammontano a n° 1.012.224.

 

RISULTATI INDUSTRIALI AL 30 DICEMBRE 2016

I due cantieri “giant” attivi in Sudafrica (impianti fotovoltaici della potenza complessiva di 148,5 MWp per conto di una primaria utility italiana) sono stati completati, con la conseguente attivazione dei contratti definitivi di O&M (operation and maintenance). Il numero complessivo di impianti fotovoltaici costruiti da TerniEnergia dall’inizio dell’attività è pari a 274, con una capacità cumulata di circa 425,27 MWp (di cui 13,2 MWp detenuti al 100% dalla Società e 30 MWp in joint venture, destinati all’attività di Power Generation). Inoltre, risultano allacciati alla rete impianti a biomasse per complessivi 1,5 MWe e 2 MWt. La produzione complessiva di energia degli impianti in full ownership e in Joint Venture per l’attività di power generation, è stata pari a circa 60,40 milioni di kWh. Nel settore ambientale sono operativi gli impianti di trattamento e recupero degli pneumatici fuori uso (PFU) di Nera Montoro e Borgo Val di Taro, di biodigestione e compostaggio GreenAsm e, infine, di depurazione delle acque di falda di Nera Montoro.

La business line energy management ha gestito 5,86 GWh di energia e oltre 42,2 milioni di Standard metri cubi di gas equivalenti a 446.640 MWh.

Nel corso del 2016 il gruppo ha realizzato interventi di efficienza energetica per circa 6.200 punti luce con un risparmio atteso superiore di 14,66 milioni di kWh e 2.742 TEP.

Le controllate Softeco Sismat e Selesoft hanno gestito, tra gli altri, il rinnovo tecnologico delle componenti (hardware e software) di storage e back-up del datacenter di un importante istituto di certificazione, mentre sono stati avviati contratti di fornitura servizi e accordi di manutenzione di sistemi di telecontrollo con clienti di standing internazionale, tra i quali possono essere citati Siemens Digital Grid, ENEL GDS (Global Distribution Service), Unicredit. E’ infine, stata, avviata la fase di test di progetto per la realizzazione dell’automazione delle due stazioni di interconnessione del collegamento HVDC tra l’Italia e il Montenegro. L’impianto, della potenza nominale di 1000 MW, è in avanzata fase di cantierizzazione. Tutta la logica di automazione è stata progettata e realizzata sulla tecnologia proprietaria MP48, per conto di una primaria azienda tecnologica internazionale.

 

RISULTATI TERNIENERGIA S.P.A. AL 31 DICEMBRE 2016

ricavi netti si attestano a Euro 30,7 milioni (Euro 32,2 milioni al 31/12/2015). Il margine operativo lordo (EBITDA) è pari a Euro 3,8 milioni (Euro 11,5 milioni al 31/12/2015). Il risultato netto è negativo per Euro 6,7 milioni (Euro 2,1 milioni al 31/12/2015).

 

FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL PERIODO

Interamente sottoscritto l’Aumento di Capitale deliberato il 30 Dicembre 2016

In data 16 Gennaio 2017, TerniEnergia ha avviato e contestualmente concluso il collocamento di n. 3 milioni di azioni TerniEnergia (pari al 6,8% del capitale sociale). Controvalore dell’operazione pari a Euro 2,19 milioni, corrispondente a un prezzo di collocamento delle azioni di nuova emissione di Euro 0,73 p.a.. L’Aumento di Capitale è stato lanciato per sostenere l’internazionalizzazione del Gruppo e lo sviluppo del business della digital energy, con particolare riferimento al nascente mercato delle Smart e Micro Grid.

 

Acquisita commessa da USD 12,5 milioni in Tunisia

In data 17 Gennaio 2017, TerniEnergia ha comunicato di essersi aggiudicata una commessa del valore di circa 12,5 milioni di dollari relativa alla realizzazione in Tunisia di un impianto fotovoltaico di taglia industriale della potenza complessiva di 10 MWp, per conto della S.T.E.G. – Société Tunisienne de l’Electricité et du Gaz. L’impianto sarà installato in località Tozeur, ai margini del deserto del Sahara e a sud-ovest della capitale Tunisi (da cui dista circa 450 chilometri). La commessa prevede l’attività di full EPC (engineering, procurement and construction), comprensivo della fornitura di moduli fotovoltaici e inverter.

 

Ingresso nel settore cybersecurity e rafforzamento dell’attività sulle smart grid

In data 23 Gennaio 2017, TerniEnergia ha comunicato che la digital company del Gruppo, Softeco Sismat, ha ottenuto il ruolo di coordinator del progetto Anastacia, che prevede un consorzio di 14 partner tra cui Thales, Atos, Ericsson e CNR, con un finanziamento di circa Euro 4 milioni nell’ambito dei programmi comunitari Horizon 2020. Il progetto di ricerca sarà incentrato sullo sviluppo di strumenti di prevenzione del rischio informatico per sistemi basati su Internet of Things (IoT) e architetture cloud virtualizzate. Assegnata anche la seconda fase del progetto “SmartGen”, una piattaforma per la gestione delle smart grid, finanziata per circa Euro 1,3 milioni. Il progetto prevede l’introduzione di tecnologie di accumulo sulla rete di distribuzione della città di Sanremo. Finanziato anche il progetto Prosfet sulla mobilità sostenibilità, in cui Softeco Sismat è tra i 9 partner.

 

Risultati definitivi dell’Aumento di capitale

In data 25 Gennaio 2017, TerniEnergia ha comunicato l’avvenuto versamento dei corrispettivi relativi a tutte le n. 3.000.000 di azioni di nuova emissione della Società rinvenienti dall’aumento di capitale riservato deliberato dall’Assemblea degli Azionisti in data 30 Dicembre 2016 (l’“Aumento di Capitale”), al prezzo di Euro 0,73 cadauna, per un controvalore complessivo già versato pari a Euro 2,19 milioni. L’aumento di capitale sociale è stato sottoscritto e versato da n. 3 investitori. Le azioni ordinarie di nuova emissione sottoscritte sono state messe a disposizione degli aventi diritto per il tramite degli intermediari autorizzati nella medesima data.

 

Comunicazione di variazione del capitale sociale

In data 27 Gennaio 2017, TerniEnergia ha comunicato la nuova composizione del capitale sociale (interamente sottoscritto e versato) a seguito dell’avvenuta emissione di n. 3.000.000 di nuove azioni ordinarie della Società rinvenienti dall’aumento di capitale riservato deliberato dall’Assemblea degli Azionisti in data 30 Dicembre 2016. Il nuovo capitale sociale ammonta a Euro 59.197.230,00.

 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

TerniEnergia, a seguito dell’acquisizione di Softeco Sismat e Selesoft e dei programmi di sviluppo strategico individuati dal management, completerà il processo di trasformazione in smart energy company attiva lungo tutta la catena del valore dell’energia, integrando all’esito delle procedure di due diligence, la società Energetic, attiva nell’energy management e nel trading “dual fuel” di gas e power. Tale accordo consentirà anche un sensibile aumento dell’attività di energy efficiency, con un’offerta dedicata alla fidelizzazione della clientela consolidata della società in fase di acquisizione. Tale obiettivo, perseguito attraverso il progetto “HUB”, formula operativa per sbloccare il mercato dell’efficienza energetica industriale attraverso la formula del “finanziamento tramite terzi” in Italia, vedrà interessanti prospettive di crescita dall’integrazione con Energetic e dagli accordi di partnership finanziaria e commerciale sottoscritti rispettivamente con fondi di investimento e con operatori del settore dell’energy management, per attività di cross-selling. Analogamente, l’operazione di integrazione prevista nel settore Gas&Power, consentirà di rafforzare la Business Line “Energy Management”, valorizzando la power generation da impianti da fonti rinnovabili e generando un ampio bouquet di offerte e servizi strategici per perseguire l’affermazione sul mercato dual fuel per clienti industriali e pubbliche amministrazioni.

La fase iniziale dell’esercizio 2017, inoltre, sarà dedicata a favorire l’ingresso nel settore dei servizi e dello sviluppo e produzione industriale di soluzioni e tecnologie smart per la trasmissione e la distribuzione dell’energia (smart grid), la gestione flessibile e puntuale della produzione e del consumo energetico, l’efficienza energetica, la gestione delle energie rinnovabili e le isole energetiche. Sarà così possibile integrare le attività nelle rinnovabili, nell’efficienza energetica e nell’energy management con sistemi e soluzioni innovative e ad alto valore aggiunto, che consentano di introdurre nella filiera nuove tecnologie in grado di fare da ponte tra i business industriali e “fisici” e quelli digitali e “virtuali”.

Nel settore Technical services, il Gruppo sta consolidando le attività commerciali per lo sviluppo di nuovi progetti e per la partecipazione a nuove gare internazionali come “EPC contractor” per grandi utility o investitori di primario livello. Tra le attività previste, lo sviluppo di un progetto per l’installazione di un impianto fotovoltaico di dimensioni “giant” in Egitto, importanti commesse in Africa (Tunisia e Zambia) e lo sbarco in nuovi mercati ad alto potenziale di crescita (India). Il rafforzamento delle attività commerciali consentirà di centrare l’obiettivo di consolidare la presenza internazionale del Gruppo, in un’ottica di diversificazione geografica e massimizzazione del valore creato con la strategia di internazionalizzazione.

Nel settore ambientale, Il gruppo intende completare un nuovo impianto nel Sud Italia per il recupero energetico attraverso biodigestione anaerobica e il compostaggio. Infine, sarà completato il nuovo impianto per il trattamento dei rifiuti fluidi industriali a Nera Montoro (TR), che consentirà di intercettare una consistente domanda (58 metri/cubi anno) in un segmento di mercato ad alta componente tecnologica e con elevate prospettive di crescita.

 

Altre delibere del CDA

Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia ha deliberato di conferire agli Amministratori delegati Stefano Neri, Fabrizio Venturi e Laura Bizzarri il mandato di sottoscrivere i contratti relativi all’esecuzione delle commesse per la costruzione di impianti fotovoltaici di taglia industriale in Tunisia e Zambia, rispettivamente della capacità di 12,5 MWp e 34 MWp. Analogamente, il CDA ha conferito agli stessi amministratori esecutivi il mandato di sottoscrivere i contratti propedeutici allo sviluppo di un nuovo progetto di dimensioni “giant” in Egitto. Infine, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di conferire agli amministratori delegati Stefano Neri e Laura Bizzarri la delega per la sottoscrizione di contratti di acquisizione della quota di controllo nella società Energetic S.p.A., attiva nel settore energy management e energy trading con offerta “dual fuel” di energia elettrica e gas.   

 

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Paolo Allegretti, dichiara, ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

Rispondi