Terni: il Comune “blinda” il centro con la ZTL, Crescimbeni: “Così la città muore”

Zona a traffico limitato anche a Corso del Popolo: Crescimbeni scrive al sindaco

TERNI – «L’amministrazione ternana sembra voler ampliare la Z.T.L. a tutto Corso del Popolo, per tutte le 24 ore». Lo sottolinea il consigliere comunale Paolo Crescimbeni, in una lettera inviata al sindaco Di Girolamo sul problema della zona a traffico limitato.

«Altri prestigiosi e storici negozi del centro stanno chiudendo – dice Crescimbeni – e altri ancora chiuderanno entro l’anno. L’amministrazione comunale appare sorda e cieca di fronte a questo scempio che desertifica la città, aumenta la insicurezza e, soprattutto, sta mettendo sul lastrico centinaia di famiglie, operatori economici e dipendenti».

Il consigliere ricorda che «a seguito di diversi incontri istituzionali con l’Assessore  Giacchetti sembrava si fosse fatta largo l’idea di sperimentare un periodo di riapertura di prova all’incirca dalle 17.30-18; i commercianti, o almeno alcuni di essi, potrebbero sperimentare un orario di apertura prolungato fino alle 21 come accade in molte città d’Italia».

Crescimbeni evidenzia come l’amministrazione comunale non abbia mai dato seguito alle legittime aspettative dei cittadini e che «non è esagerato dire che Terni anche per questo sta morendo e l’amministrazione si mostra chiusa ad ogni ipotesi fin’anche di sperimentazione.Tentiamo un recupero in extremis – conclude – prima che sia troppo tardi».

Be the first to comment on "Terni: il Comune “blinda” il centro con la ZTL, Crescimbeni: “Così la città muore”"

Rispondi