Foligno, emergenza povertà: “soldi per gli immigrati e poche risorse per i concittadini in difficoltà”

La Lega Nord di Foligno sollecita l’Amministrazione Comunale a fare di più

FOLIGNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota della Lega Nord – Gli interventi previsti dall’Amministrazione di Foligno, in merito all’emergenza povertà, rappresentano un passo avanti nella presa di coscienza del problema, ma quello che è stato fatto non basta e non può bastare. La Lega Umbria Foligno ritiene necessario mettere in campo ogni azione possibile per reperire i fondi e fronteggiare un problema che non ammette dilazioni. I numeri sono preoccupanti e il pericolo di “nuovi poveri” si fa sempre più concreto. A fronte di questo problema, tuttavia, notiamo come ai servizi sociali vengano destinate cifre considerevoli per l’accoglienza di immigrati, mentre somme irrisorie sono state previste per i nostri concittadini.

Come mai le necessità degli immigrati vengono prontamente soddisfatte? E’ fin troppo evidente l’esistenza di una discriminazione a danno di coloro che appartengono al nostro territorio e che, in questo momento storico, stanno vivendo la forte crisi economica e sociale. Nei confronti dei concittadini la Lega Umbria Foligno non può che fornire tutto il proprio sostegno chiedendo provvedimenti seri ed immediati, nonché un maggiore sforzo da parte dell’Amministrazione comunale.

Ridiamo la giusta dignità ed il necessario sostegno a coloro che non hanno scelto la povertà, ma l’hanno subita per le avversità di un sistema sociale sempre più difficile da fronteggiare. La sorte avversa può colpire chiunque ed è in questi momenti che dobbiamo prendere coscienza che il problema è della collettività e non soltanto di un gruppo di cittadini. La Lega Umbria Foligno chiede all’Amministrazione comunale una serie di iniziative immediate, sperando che si eviti, ancora una volta, di “alzare le mani” adducendo l’alibi della mancanza di fondi.

Be the first to comment on "Foligno, emergenza povertà: “soldi per gli immigrati e poche risorse per i concittadini in difficoltà”"

Rispondi