Partito Democratico blindato in Umbria: la governatrice sostiene Renzi e rimane nel PD

Nessun rischio di scissione nel PD umbro: Catiuscia Marini sosterrà Renzi al congresso, il sottosegretario Bocci è nel governo Gentiloni e anche il Vicepresidente della Regione Paparelli ha lanciato un appello per l’unità del partito

LA GOVERNATRICE NEL PD CON RENZI – «Ora iniziamo il congresso, finalmente, rimaniamo nel PD e ci confronteremo sui temi congressuali. Io sostengo Renzi». Così la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, a margine dei lavori della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, ha risposto ad alcune domande dei giornalisti. Lo riferisce l’ANSA.

IL VICEPRESIDENTE UMBRO PAPARELLI  –  Anche il Vicegovernatore dell’Umbria, l’assessore regionale ternano Fabio Paparelli, ha lanciato un appello per l’unità del Partito Democratico. «Ho partecipato a Roma – dice Paparelli – all’assemblea del mio partito, il PD, una grande casa che riunisce al suo interno anime e sensibilità diverse ma anche tanti valori comuni. Ho apprezzato tanti interventi, uno su tutti quello di Veltroni, in particolare nel passaggio che sottolinea che abbiamo dato vita al Pd per andare oltre l’Ulivo, per unire guardando avanti e non al passato. Le divisioni non fanno bene al Paese, non servono di certo ad affrontare le tante sfide che abbiamo davanti a noi, in Italia e in Europa, nè a risolvere i problemi dei cittadini».
«Il mio appello – ribadisce il Vicepresidente – è quello ad andare avanti con convinzione e unità, utilizzando il metodo del confronto e la sede democratica del congresso, magari preceduta da una fase di ascolto del Paese, dove veramente iscritti ed elettori ma anche l’intera società Italiana possano condividere proposte concrete e non pregiudizi ideologici».

Be the first to comment on "Partito Democratico blindato in Umbria: la governatrice sostiene Renzi e rimane nel PD"

Rispondi