Perugia: chiude stazione Sant’Anna. Lega Nord: “Pendolari martoriati”

Dopo l’interruzione della tratta ferroviaria Città di Castello-Umbertide, anche la tratta Ponte San Giovanni-Perugia Sant’Anna, verrà chiusa per lavori. Fiorini e Mancini: “Gestione dilettantesca da parte della Regione Umbria”

PERUGIA – Riceviamo e pubblichiamo – “La nuova interruzione renderà il viaggio dei pendolari sempre più una corsa ad ostacoli – spiegano i consiglieri Regionali Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini –  Negli ultimi due anni la Lega Nord ha più volte sollevato la necessità di interventi straordinari ed urgenti sulla linea ferroviaria FCU, presentando tre interrogazioni per conoscere la reale situazione dei trasporti in Umbria e chiedendo la convocazione in Commissione dell’assessore Chianella e i Comitati dei pendolari. In ogni occasione abbiamo sottolineato come qualsiasi piano di investimento volto a risolvere problemi strutturali dell’FCU, dovesse necessariamente tenere conto delle esigenze dei pendolari che ogni giorno, tra mille difficoltà, utilizzano questo collegamento. Mai ci sono state date risposte chiare sui tempi di intervento, anzi, si è sempre verificato un continuo scarica barile che oggi ci ha portato a questo risultato. Come Lega Nord Umbria chiediamo di conoscere le tempistiche esatte di riapertura del tratto ferroviario Umbertide – Città di Castello. Riteniamo, inoltre, necessario che la Giunta Regionale si adoperi al fine di ottimizzare i tempi di riapertura della tratta Ponte San Giovanni – Perugia S.Anna, rispettando le tempistiche e, se necessario, prevedendo anche orari notturni di lavoro al fine da arrecare meno disagi possibili ai pendolari già pesantemente martoriati da una gestione dei trasporti a dir poco dilettantesca”.

Emanuele Fiorini e Valerio Mancini

Consiglieri regionali Lega Nord Umbria

Rispondi