Terni, Crescimbeni: «Il sindaco usa toni trionfalistici ma troppe cose non vanno»

“Il solito tam tam di bugie che va avanti da decenni, destinato soltanto a far aumentare la rabbia dei ternani”

Leggo interventi trionfalistici del Sindaco e della Giunta che descrivono Terni come una città pulita, ordinata, sicura, piena di cantieri di grandi opere pubbliche.

Sono le stesse cose dette da decenni, il tam tam di bugie destinato ad aumentare con l’avvicinarsi della campagna elettorale (mancano due anni salvo….inconvenienti) che non fanno altro che aumentare la rabbia dei Ternani.

L’immondizia ci sommerge, malgrado i cittadini ce la mettano tutta per collaborare ad una raccolta ordinata, strade sporche e giardini incolti, muri di palazzi, anche storici, pieni di scritte deturpanti, sosta selvaggia ovunque, scheletri di biciclette pericolosi per i passanti legati da mesi a ringhiere e paletti di ferro anche sotto Palazzo Spada, strade piene di buche e pavimentazioni divelte, ZTL deserta e traffico impazzito ai margini della stessa, ospedale con letti nei corridoi, burocrazia comunale che ostacola ogni iniziativa, mense scolastiche in crisi, disabili “assistiti” come non vorrebbero essere assistiti, senza nessun rispetto per la loro indipendenza e la loro capacità decisionale. Come non parlare poi dell’aria che respiriamo e del tessuto commerciale privo di sostegno alcuno!

E che dire delle cento cose chiuse, abbandonate, iniziate e non finite, oppure annunciate e mai fatte? Teatro Verdi, studi di Papigno, CMM, metropolitana di superficie, Università, mercato coperto, conti in dissesto e svendita di beni pubblici per tappare i buchi.

E ciò malgrado si fanno interviste trionfalistiche, mendaci, surreali, destinate solo ad aumentare la rabbia e lo sgomento.

La reazione, civile e democratica, ma fermissima a tutto ciò, non può più mancare

Paolo Crescimbeni, consigliere comunale 

Rispondi