Turismo, Nevi (FI): “Sui danni indiretti del terremoto la Regione Umbria deve intervenire”

“Bene la decisione di Brega per riavviare la partecipazione. Sbagliato estromettere totalmente i comuni umbri dalla programmazione della promozione turistica”

Riceviamo e pubblichiamo la nota del consigliere regionale Raffaele Nevi (Forza Italia) – Stamattina, nella sede della II Commissione, si è tenuta l’audizione sul nuovo Testo Unico del Turismo con i rappresentanti dei Comuni umbri. E’ emersa una mancata condivisione tra Comuni e Regione molto allarmante su un punto fondamentale come quello della promozione turistica. Estromettere totalmente i Comuni dalle decisioni è per noi completamente sbagliato e assolutamente controproducente rispetto agli obiettivi da cogliere.

Abbiamo condiviso la decisione di Brega di riavviare la fase di partecipazione e aspettiamo con grande interesse e con volontà di ascoltare le istanze che arriveranno dai Comuni.

C’è poi il tema dei danni indiretti del terremoto sul quale la Regione non può continuare a muoversi come un bradipo. Non è pensabile per esempio che il comitato strategico per la ripresa del turismo, che nelle intenzioni iniziali era il luogo delle decisioni condivise tra Regioni – Categorie – Comuni, non si riunisce dai primi di Dicembre. Altrettanto impensabile è che i dati sui flussi turistici siano fermi addirittura a Settembre. Occorre muoversi e trovare soluzioni condivise e in tempi rapidissimi, prima che inizino licenziamenti di massa anche nel comparto del Turismo.

Be the first to comment on "Turismo, Nevi (FI): “Sui danni indiretti del terremoto la Regione Umbria deve intervenire”"

Rispondi