Corruzione: tante chiacchiere e propaganda ma zero processi

Il presidente della Corte di Cassazione lancia l’allarme: «Solo 273 processi in tutta Italia, pari allo 0,5% dei procedimenti totali. Riflettere sull’efficacia delle misure di contrasto al fenomeno»

ROMA – “Corruzione, pochi processi: riflettere se misure efficaci”.  Lo ha detto Giovanni Canzio, primo presidente della Corte di Cassazione, nel corso della cerimonia per l’inaugurazione dell’anno giudiziario al “Palazzaccio” di Piazza Cavour.

“È  fortemente avvertita nel Paese – evidenzia il presidente della Cassazione – la percezione di una diffusa corruzione sia nella Pubblica Amministrazione che tra i privati. Essa non trova riscontro, tuttavia, nelle rilevazioni delle statistiche giudiziarie”, né in base ai dati nazionali e neanche in base a quelli della Cassazione (solo 273 lo scorso anno, pari allo 0,5 per cento del totale di quelli trattati). Di fronte a questa situazione, secondo Canzio, “occorre avviare una approfondita riflessione sull’efficacia delle attuali misure, preventive, repressive, di contrasto al fenomeno, perchè ne sia consentita l’emersione nelle sue reali dimensioni anche nelle aule di giustizia”.

Rispondi