LA “SATIRA” MERDOSA DI CHARLIE HEBDO: L’EUROPA LO CHIUDA

«La neve è arrivata, ma non per tutti». Charlie Hebdo torna a occuparsi dell’Italia, dopo le vignette satiriche sul terremoto che ha colpito a settembre il Centro Italia, pubblica una nuova immagine che arriva dritta al cuore. Chiaro è il riferimento alla tragedia dellHotel Rigopiano di Farindoli, in Abruzzo. Dopo le metafore tra pasta e vittime del sisma, ecco arrivare niente meno che la morte, in teschio e mantello nero, lanciata sugli sci lungo un pendio innevato. “Italia – La neve è arrivata”, è titolata la vignetta. Quindi il ‘virgolettato’ del Cupo Mietitore (senza falce): “Ma non ce ne sarà per tutti”. La morte è seguita da quella che sembra una grossa slavina. Chiaro l’accostamento alle vittime dell’albergo abruzzese.

Il disegno è stato postato sulla pagina Facebook ufficiale del giornale satirico francese, tristemente famoso – più che per le sue vignette – per l’attentato terroristico del 7 gennaio 2015, rivendicato da al-Qaeda – in cui morirono 12 giornalisti e altre 11 persone rimasero ferite. Il disegno ha collezionato centinaia di condivisioni e sta sollevando una lunga coda di polemiche sui social network.

Be the first to comment on "LA “SATIRA” MERDOSA DI CHARLIE HEBDO: L’EUROPA LO CHIUDA"

Rispondi