PSR Umbria, Nevi: “Fondi europei cuciti su misura per imprese legate a triplo filo ai governanti regionali”

PERUGIA – “La CGIL ha ragione da vendere sulla situazione dell’Umbria e finalmente, dopo anni di eccessivi e compiacenti silenzi, dice quello che il sottoscritto e l’intero centro destra denunciano da anni: la meridionalizzazione dell’Umbria”. Così Raffaele Nevi, capogruppo regionale di Forza Italia, commenta la presa di posizione della CGIL che, secondo il forzista, fa bene anche “ad attaccare la Regione sulla gestione dei fondi europei che troppo spesso sono cuciti su misura per identificare imprese con a capo personale legato a triplo filo ai governanti regionali”.

“La Cecchini – continua Nevi – dovrebbe rispondere delle bugie dette in campagna elettorale sui soldi del PSR che sarebbero arrivati di lì a pochi giorni. A quasi due anni da quegli annunci ancora neanche un agricoltore ha visto un euro e gli uffici sono senza gli adeguati mezzi che sarebbero necessari a far marciare le cose come dovrebbero, per tamponare la grave crisi di un settore massacrato dalla burocrazia regionale ma soprattutto statale che, anni di governo di centro sinistra, hanno solo peggiorato.

Rispondi