Monteleone di Spoleto, Lega Nord attacca: “Il sindaco impedisce ai cittadini di festeggiare il capodanno insieme”

La denuncia del leghista Attilio Allegretti: “il Sindaco Marisa Angelini ha negato alla Pro Loco l’uso della sala polivalente per organizzare il cenone di capodanno”

Riceviamo e pubblichiamo: “Dopo due mesi vissuti tra la paura e il disagio per il terremoto, il sindaco di Monteleone di Spoleto, Marisa Angelini, vuole impedire ai cittadini di festeggiare tutti insieme il capodanno”. Ad intervenire sull’argomento è Attilio Allegretti, referente Lega Nord Umbria per la Valnerina. “Dopo mesi passati a gestire l’emergenza del terremoto – spiega – dopo mesi di disagi, paura e rinunce, la cittadinanza di Monteleone di Spoleto aveva espresso la necessità di poter festeggiare tutti insieme la notte di capodanno. La Pro Loco, quindi, ha chiesto al sindaco di poter organizzare la cosa nella sala polivalente (ex Comune), ma il suo rifiuto è stato netto. Un evento di aggregazione come questo, a costo zero, poteva essere la cosa più opportuna e più bella in un momento come questo di forte difficoltà, anche per dare ai cittadini, che non possono permettersi un cenone al ristorante, di divertirsi e stare insieme agli altri. Senza considerare poi – conclude Allegretti – che durante l’anno la Pro Loco è sempre disponibile in forma gratuita a cucinare e gestire la sala per gli eventi che organizza il Comune o altri enti. Per una volta che sono loro, i cittadini, a chiederla, gli viene risposto di “no”. I monteleonesi sono indignati da tale comportamento. La Pro Loco di Monteleone, presentata la richiesta di organizzare il capodanno nella struttura polivalente, ha avuto come risposta dal sindaco Angelini:“non è possibile bisogna aiutare i ristoratori”, senza considerare che, gli stessi ristoratori, hanno già lavorato sull’emergenza quasi inesistente a Monteleone. E’ una vergogna”.

Ufficio Stampa – Lega Nord Umbria 

Rispondi