Briccialdi, Cecconi: «convenzione stravolta da emendamenti PD, non credete al gioco delle parti»

«Il Comune può tagliare i fondi all’istituto musicale in qualsiasi momento. I vertici del Briccialdi non si fidino dei bugiardi»

TERNI – Pubblichiamo l’intervento del consigliere Marco Cecconi (Fratelli d’Italia): Siamo con il Briccialdi oggi, così come lo siamo stati ieri, lo saremo sempre e, per restare al tema, così come lo siamo stati in consiglio comunale nella seduta in cui, contestualmente alla convenzione, sono stati approvati – senza il nostro voto! – quegli emendamenti targati PD che di fatto quella convenzione la riscrivono e la stravolgono, tradendo gli accordi presi da mesi con i vertici dell’Istituto. Saremo al fianco del Briccialdi in tutte le iniziative legali che decidesse di intraprendere. E ribadiamo quello che abbiamo  già detto in aula a chiare note.

Si è lasciata incancrenire la questione per due anni, fino al punto di discuterne solo ora che il Comune è affogato nei debiti. Solo ora che si invoca l’austerity: considerato che si tratta di chi ha portato l’Amministrazione al predissesto, è il colmo dei colmi. È vero: con gli emendamenti-Cavicchioli, il Comune può tagliare i fondi al Briccialdi in qualunque momento ed è libero di lasciare a piedi l’Istituto dalla sera alla mattina. E ai vertici del Briccialdi, alla ricerca di soluzioni e magari di alleanze, voglio solo fare una viva raccomandazione: non fidatevi più dei bugiardi, non credete al gioco delle parti. Quelli che oggi vi hanno imbrogliato sono gli stessi che si sono riempiti la bocca da secoli con la statalizzazione, ma hanno mandato la richiesta al ministero solo l’anno scorso. 

Rispondi