Pendolari, Lega Nord interroga la Regione Umbria sui soldi ricevuti da Trenitalia

A quanto ammontano le somme elargite da Trenitalia Spa alla Regione Umbria relative a penalità e decurtazioni inerenti il contratto di servizio 2009-2014 e come sono state utilizzate tali somme? Facendo seguito a una segnalazione pervenuta dal Coordinamento Comitati Pendolari Umbri (Comitato Pendolari Terni, Comitato Pendolari Roma-Firenze, Comitato Viaggiatori Bacino Gubbio Urbino, Comitato Pendolari ex FCU Alto Tevere, Comitato Pendolari Teverina) la Lega Nord Umbria, attraverso i consiglieri regionali Emanuele Fiorini e Valerio Mancini, ha depositato un’interrogazione rivolta alla Giunta regionale.

“La Società Trenitalia Spa – è premesso nell’atto – gestisce per conto della Regione Umbria, il servizio di trasporto ferroviario regionale mediante contratto di servizio stipulato con cadenza di sei anni. Secondo tale contratto, in caso di disservizi, Trenitalia è chiamata a pagare penalità o decurtazioni in favore della Regione Umbria. Tali somme, in base alla Corte Costituzionale (sentenza numero 273/2013) e in quanto “risorse vincolate”, devono essere obbligatoriamente stanziate per il miglioramento del servizio e dei collegamenti ferroviari.

“Il fenomeno del pendolarismo – spiega Fiorini – merita la massima attenzione per i molteplici risvolti economici e sociali che riguardano lavoratori e studenti chiamati quotidianamente ad affrontare faticosi quanto disagevoli spostamenti. Le risorse sono sempre meno, ma quando ci sono vanno utilizzate per migliorare il servizio e non per altri scopi. Per tali motivi abbiamo chiesto alla Giunta a quanto ammontano gli importi per penalità e decurtazioni relativi al Contratto di Servizio 2009/2014 stipulato con Trenitalia; la precisa imputazione a bilancio di tali importi; l’utilizzo che ad oggi è stato effettuato di queste somme; se queste ultime sono state effettivamente impiegate per il miglioramento del servizio di trasporto pubblico ferroviario; se vi sono residui e, in caso positivo, se sono state già stabilite le modalità di impiego”.

I consiglieri regionali Lega Nord Umbria

Emanuele Fiorini e Valerio Mancini

Rispondi