Terni, Melasecche: «Debiti e città amministrata come fosse ‘cosa nostra’»

No Comments

TERNI – «Il re è nudo, lo sostengo da qualche anno. Il debito stratosferico emerso dal 2015 ad oggi è il risultato di questo modo di amministrare la città come fosse “cosa nostra”». Così il consigliere comunale di opposizione, Enrico Melasecche, commenta la situazione politica e finanziaria del Comune di Terni.

«Incompetenti, ma sotto altri aspetti – precisa Melasecche – ‘furbetti del partitino’ che hanno spolpato tutti i ternani del proprio futuro. Invito cordialmente tutti coloro che vogliono capire la situazione reale in cui versa il Comune a venire a Palazzo Spada a metà gennaio quando verrá proposto al consiglio il ‘piano di rientro dal dissesto’ con il quale i cittadini capiranno come dovranno pagare la montagna di debiti fatti a loro insaputa da chi ha fin governato Terni. Occorre aprire gli occhi».

Rispondi