Terni, M5S chiede se il sindaco è indagato nell’Operazione Spada

TERNI – Il sindaco Leopoldo Di Girolamo avrebbe sottoscritto la “Carta di Pisa”, un codice di condotta per gli amministratori locali, che lo obbligherebbe a chiarire pubblicamente la sua posizione nei confronti delle ipotesi accusatorie, in presenza di indagini sulla propria attività politico-amministrativa. Lo rendono noto i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, che hanno presentato un’interrogazione urgente a risposta orale.

La Carta di Pisa è stata promossa dall’associazione “Avviso Pubblico” nel 2012.

I pentastellati domandano al sindaco «se abbia ricevuto avvisi di garanzia o se abbia notizia del suo diretto coinvolgimento in indagini a suo carico e la convocazione di un consiglio straordinario sul tema, prima del 12 dicembre 2016, durante il quale ricevere puntuale risposta alla stessa».

Rispondi