Presidenziali USA, Trump denuncia brogli in Nevada

Contestate alcune procedure di voto nell’area metropolitana di Las Vegas

La squadra di avvocati di Donald Trump si conferma molto agguerrita. I legali del candidato repubblicano, infatti, hanno contestato alcune procedure di voto nel Nevada. Nel dettaglio, questi sostengono che in alcuni seggi nell’area metropolitana di Las Vegas (nei centri con piccoli abitanti) le sedi elettorali sono state aperte per due ore in più rispetto all’orario di chiusura designato. Dan Kulin, un portavoce per la contea, ha dichiarato che nessuna stazione ha sforato nei tempi, ma che è stato concesso alle persone che erano in fila al tempo di chiusura di votare. Che Trump stia gettando le basi per un’azione legale nel caso in cui oggi non dovesse vincere?

Be the first to comment on "Presidenziali USA, Trump denuncia brogli in Nevada"

Rispondi