Ospedale di Narni | «Acquistare subito una risonanza magnetica e letti elettro assistiti»

Le proposte di Forza Italia, Tutti per Narni e Sinistra per Narni per la sanità locale

NARNI – Riceviamo e pubblichiamo – Come in ogni periodo preelettorale vengono fuori proclami e dichiarazioni ottimistici della Marini e di Barberini sulla tempistica del H Comprensoriale di Narni-Amelia cui non crede più nessuno.

Il goliardico sciopero della fame del vicesindaco Mercuri fa sorridere e nulla più e stendo un velo pietoso sulla vicenda. Però la Regione potrebbe dare credibilità alla sua posizione già da adesso se solo volesse nei seguenti modi:

1) acquistare una RM (intensità di intensità minimo 1,5 tesla), anche usata, da collocare in Radiologia a Narni. Organizzando anche in modo più razionale il servizio di reperibilità radiologica presso l’H di Amelia ed aumentando l’organico Medico;

2) i letti dell’ortopedia di Narni non sono elettro-assistiti (alzarsi-abbassarsi, alzare la pedata e la testata) esponendo gli operatori socio-sanitari a potenziali infortuni sul lavoro e cause di servizio varie. Visto l’elevato n° di interventi effettuati forse sarebbe il caso di farci un pensierino;

3) integrazione funzionale con l’ospedale di Terni-Azienda Ospedaliera, virtualmente ma solo virtualmente, per definizione ad alta specializzazione, dalla struttura obsoleta, fatiscente ma soprattutto incapace di soddisfare le esigenze della popolazione in termini di Posti Letto, di Servizi tecnologicamente avanzati di diagnostica strumentale, per cronica carenza di personale nonostante la presenza di professionalità altamente qualificate, generando liste di attesa bibliche.

Della nuova ala da costruire, il cui progetto risale ai tempi del progetto dell’Ospedale Comprensoriale di Narni/Amelia, ovvero 1983-84, si sono perse le tracce e non se ne parla più. Nel frattempo si sono investite cifre colossali nel Silvestrini, si sono costruiti ex novo quelli di Foligno e Pantalla, si è avviata la riconversione di Passignano ed Umbertide, completato quello di Orvieto; il risultato di tutto ciò è la cronica indisponibilità di Posti Letto in alcuni reparti di degenza ove il personale soprattutto infermieristico è sotto organico di molte unità costringendo gli addetti a turni massacranti, per non parlare del sovraffollamento al Pronto Soccorso, dovuto essenzialmente alle liste di attesa lunghissime per la maggioranza delle prestazioni specialistiche e di diagnostica strumentale, quasi sempre aventi valenza intrinseca di prevenzione;

Una logica razionalizzazione dei reparti degli H di Narni ed Amelia (?) consentirebbe di fungere da “filtro”, per le patologie a bassa specializzazione, onde sgravare quei reparti di degenza dell’ospedale di Terni sovraffollati.

Questi sono semplici provvedimenti da prendere IMMEDIATAMENTE se solo in Regione avessero la buona volontà di adottarli. Fatti non parole. Pragmatismo ed idee chiare e, si badi bene, ciò elencato ai punti 1) e 2) sarebbe ampiamente, se non totalmente, riciclabile nell’ipotetico costruendo Ospedale Comprensoriale.

Si fa presente che ai sensi della legge 241/90 sulla trasparenza degli atti pubblici la risposta alla presente dovrà avvenire nei tempi di legge di 30 gg., ed essere adeguatamente motivata, non interlocutoria ed inequivocabile nella forma e nella sostanza, ovvero dovrà indicare i presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che hanno determinato l’eventuale mancato provvedimento dell’Amministrazione Regionale.

Forza Italia – Narni

Tutti per Narni

Sinistra per Narni

 

Be the first to comment on "Ospedale di Narni | «Acquistare subito una risonanza magnetica e letti elettro assistiti»"

Rispondi