Cena di gala alla Casa Bianca per Matteo: c’è anche Benigni. Lo spot internazionale per il referendum

Il premier è stato invitato da Obama. L’attuale amministrazione USA, come confermato pubblicamente dallo stesso ambasciatore americano in Italia, vuole che la riforma costituzionale promossa dal governo Renzi sia confermata al referendum

ROMA | (Today.it) – Un riconoscimento internazionale, da giocarsi in chiave europea ma soprattutto nazionale. Una “spinta” nel momento probabilmente più difficile della vita politica di Matteo Renzi, quello della campagna per il referendum costituzionale. Così si può leggere la cena in programma martedì prossimo 18 ottobre alla Casa Bianca, dove il presidente uscente Barack Obama riceverà il premier italiano e la moglie Agnese invitati a una cena di gala la sera dopo il bilaterale mattutino fra i presidenti.

BENIGNI, AGNESE E 4 DONNE SIMBOLO – Cena alla quale Renzi e signora si faranno accompagnare da vip dell’eccellenza italiana: il premio Oscar Roberto Benigni, la presidente del Cern Fabiola Gianotti, la sindaco di Lampedusa Giusy Nicolini, la campionessa paralimpica di scherma Bebe Vio, la curatrice del dipartimento design del Moma Paola Antonelli.

Al centro dell’incontro, è facile prevederlo, ci saranno i grandi temi internazionali come la questione siriana, il terrorismo, i difficili rapporti tra Nato e Russia. Temi su cui sarà confermata la stretta partnership tra i due Paesi. “L’Italia è uno dei più stretti alleati degli Stati Uniti, partner fondamentale soprattutto sul fronte della politica di sicurezza”, ha spiegato il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, annunciando la visita di Renzi.

LEGGI ANCHE

WikiLeaks: dalla Lewinsky alla Roginsky, lo staff della Clinton sbeffeggia i credenti cattolici e imbarazza Hillary

Clinton, WikiLeaks svela le trame del braccio destro John Podesta con Sandy Newman per infiltrare la Chiesa Cattolica

Referendum costituzionale, ambasciatore USA: “La riforma deve passare. Solo così si tutelano gli investimenti stranieri in Italia”

Rispondi