Terni, piano pluriennale di risanamento. Lega Nord: «Ci aspettano anni di tagli, rinunce, svendite e rischio per i posti di lavoro»

«L’unica soluzione alla deriva della città – dicono i leghisti – sono le dimissioni immediate del sindaco e della giunta»

TERNI – Riceviamo e pubblichiamo la nota della Lega Nord – “In attesa di conoscere i dettagli di questo “piano pluriennale di risanamento” possiamo già anticipare il nostro “pieno pluriennale disappunto” alle manovre anticipate dal sindaco Di Girolamo e dall’assessore Piacenti d’Ubaldi. Si preannunciano 5 anni di tagli, rinunce, svendite per la città di Terni e i ternani, con un serio rischio di perdita di posti di lavoro in Asm, immobilismo per l’Amministrazione e impossibilità di investimenti in qualsiasi direzione per mancanza di fondi. Dove sono i piani di rilancio? Dove sono i progetti per il futuro della città? Cosa intende fare il sindaco in questi 5 anni? Svendere partecipate e beni immobili e incrociare le braccia? E come può pensare di prevedere un piano quinquennale, quando il suo mandato scadrà tra poco più di due anni? Pur avendone piena legittimità, Di Girolamo e la sua Giunta rischiano di compromettere tutte quelle che saranno le manovre della prossima Amministrazione che, ci auguriamo, non sarà di centrosinistra. L’unica soluzione alla deriva della città sono le dimissioni immediate”

Lega Nord Terni

Be the first to comment on "Terni, piano pluriennale di risanamento. Lega Nord: «Ci aspettano anni di tagli, rinunce, svendite e rischio per i posti di lavoro»"

Rispondi