Nevi (FI): «A pochi mesi dal voto a Narni si accorgono dello smantellamento dell’ospedale»

Il consigliere forzista: «Gli amministratori di Narni per anni hanno condiviso supinamente le scelte della Presidente Marini che hanno fortemente penalizzato il presidio ospedaliero narnese. Ho chiesto la convocazione dell’assessore regionale alla sanità per chiarire i tempi di attuazione del piano di riqualificazione dell’ospedale»

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Raffaele Nevi – E’ straordinario che con l’avvicinarsi delle elezioni amministrative il Vice Sindaco Mercuri, sostenuto dagli amici di partito Rometti e Chianella, abbia iniziato ad alzare la voce sulla mancata attuazione del piano di riqualificazione dell’Ospedale di Narni. Già lo scorso gennaio avevo interrogato l’Assessore Barberini evidenziando che oltre alle mancate attuazioni, i ritardi sempre più preoccupanti sulla realizzazione del nuovo ospedale di Narni-Amelia, si era proceduto a chiudere il punto nascita di Narni a fronte della scelta, tutta politica, di mantenere aperti altri presidi, con numeri inferiori come Pantalla.

È comunque importante che gli amministratori di Narni si sono finalmente decisi ad alzare la voce anche se solamente adesso (a pochi mesi dalle elezioni), a fronte di anni di silenzio in cui hanno condiviso supinamente le scelte della Presidente Marini che hanno fortemente penalizzato il presidio ospedaliero di Narni.

Annuncio che questa mattina nel corso della III Commissione ho chiesto al Presidente Solinas di convocare l’Assessore Barberini, affinché siano chiariti i tempi di piena attuazione del piano della riqualificazione dell’Ospedale di Narni, sulla cui validità mi aveva fornito garanzie lo stesso Assessore Barberini.

Raffaele Nevi – Presidente Gruppo Forza Italia

Rispondi