“Segreti” militari USA rischiano di emergere dai ghiacci a causa del riscaldamento globale?

LONDRA | (askanews) – Lo scioglimento dei ghiacci dell’Artico dovuto al “global warming” rischia di portare allo scoperto un campo militare Usa top-secret costruito sotto la Groenlandia ai tempi della Guerra fredda e soprattutto di disseppellire le scorie nucleari che nasconde nelle sue viscere. E’ quanto afferma uno scienziato, citato dal Guardian online. Gli ingegneri dell’esercito americano scavarono Camp Century nel 1959, a circa 200 chilometri dalla costa della Groenlandia, all’epoca appartenente alla Danimarca. Alimentato dal primo generatore mobile nucleare del mondo e noto come la “città sotto il ghiaccio, il campo era costituito da una rete di tre chilometri di tunnel, scavati otto metri sotto la coltre di ghiaccio. Ospitava laboratori, un negozio, un ospedale, un cinema, una cappella e alloggi per circa 200 soldati. La missione del suo personale ufficialmente era di testare i metodi di costruzione nell’Artico e di condurre delle ricerche. Gli scienziati assegnati al campo prelevarono i primi campioni di ghiaccio mai usati per studiare il clima, ottenendo dati oggi ancora citati, secondo William Colgan, glaciologo della Toronto’s York University. In realtà il campo serviva da “copertura” per qualcosa di diverso, un progetto immenso e così top secret che nemmeno il governo danese fu informato della sua esistenza. “Pensavano che non sarebbe mai stato scoperto”, ha spiegato Colgan. “Allora, negli anni 60, il termine ‘global warming’ non era stato neanche coniato. Ma il clima sta cambiando e la questione adesso è di capire se quello che è rimasto laggiù continuerà a rimanerci”, ha aggiunto lo scienziato, riferendosi agli enormi quantitativi di scorie radioattive sepolte nel sito.

Be the first to comment on "“Segreti” militari USA rischiano di emergere dai ghiacci a causa del riscaldamento globale?"

Rispondi