Narni, Bruschini (FI): “Sul terremoto l’assessore Mercuri fa solo demagogia. Ecco il progetto Casa Italia de’ noantri”

“Di tempo ne rimane poco. Vedremo che cosa saprà fare l’assessore all’urbanistica e alla protezione civile in questi ultimi 6 mesi di amministrazione. Ci sono ancora cittadini che aspettano i risarcimenti del terremoto del 2000”

Riceviamo e pubblichiamo la risposta del consigliere di Forza Italia, Sergio Bruschini, al comunicato dell’assessore Mercuri 

È come se ad un tratto, a Narni, l’Assessore all’urbanistica nonché alla protezione civile fosse stato folgorato sulla via di Damasco da un’illuminante idea.

Il terremoto ?! Nessun problema ci siamo qua noi. I cittadini devono venire a Noi, nei nostri uffici ove sapremo dare a tutti il consiglio giusto. Quale…a saperlo!?

“Operazione sicurezza” l’assessore la chiama, ovvero la promessa di un piano per far sì che non solo gli edifici pubblici ma anche le abitazioni private abbiano da parte del ente le giuste “direttive” per superare indenni un terremoto, ben 10.000 abitazioni private. Un progetto “Casa Italia” de noantri.

E queste minoranze si permettono pure di protestare e far rumore, chissà mai perché!? Quando noi siamo così bravi! Certo assessore vedremo cosa saprà produrre in questi sei mesi che rimangono alla fine della consigliatura. Saremo ben lieti di vedere cose concrete che seguano alle promesse. Gliele voteremo e le appoggeremo.

Peccato che ad oggi la gran parte degli edifici ove risiedono i cittadini narnesi, che il suo ufficio controlla, non hanno nemmeno l’agibilità, che strutture pubbliche sono state e continuano ad esserlo utilizzate senza certificati di sicurezza e prevenzione incendi, che il centro operativo comunale di protezione civile si trova in uno stabile che in caso di terremoto rimarrebbe isolato ed irraggiungibile, che solo da un anno Narni ha un piano di Protezione Civile mai testato operativamente  sul campo….

Che il capitolo di bilancio protezione civile è coperto con poche migliaia di euro utili nemmeno per stampare dei volantini informativi, che se non ci fosse l’opera meritoria, ma del tutto autonoma, della Prociv NARNI sarebbe all’anno zero come Protezione Civile.

Che ancora ci sono cittadini con case lesionate che aspettano i risarcimenti del terremoto del 2000, dimenticato da tutti.

Peccato assessore che di tempo ne rimane poco, o che si sia svegliato troppo tardi, la decenza vorrebbe che almeno non si continuino a fare promesse quando nemmeno il dovuto, il minimo sindacale, viene fatto. Ci accontenteremo di quello.

Sergio Bruschini – Consigliere comunale

FORZA ITALIA NARNI

LEGGI ANCHE

Terremoto, Bruschini (FI): “A Narni ci sono case lesionate dal sisma del 2000. La Regione deve stanziare le risorse”

Rispondi