Regione Umbria, De Vincenzi: “PD e socialisti fanno sciacallaggio politico sulle spalle delle popolazioni colpite dal sisma”

Il consigliere regionale Sergio De Vincenzi critica la scelta dei consiglieri di centrosinistra di devolvere parte del loro stipendio per i terremotati. “Vorrebbero distinguersi per magnanimità, ma si tratta solo di una furbata mediatica quando in Umbria mancano all’appello diversi miliardi per gli adeguamenti sismici”

PERUGIA – “Pd e Socialisti-riformisti umbri sono proprio strani partiti: quando hanno interessi particolari sollecitano il più ampio consociativismo, per il resto, come si apprende dalla nota del capogruppo Pd in consiglio regionale Chiaccheroni, nel frangente del terremoto, dove tutte le forze politiche avrebbero dovuto presentarsi più che unite nel sostegno delle popolazioni colpite, preferiscono distinguersi per magnanimità”: lo dice il consigliere regionale Sergio De Vincenzi (gruppo Ricci presidente).

“Qualcuno – spiega De Vincenzi – definirebbe un tale comportamento demagogico, qualcun altro buonista, altri ancora da imitare. Noi, molto più semplicemente, ma anche senza mezzi termini, lo bolliamo come vero e proprio sciacallaggio politico condotto sulle spalle di una popolazione, quella della Valnerina e non solo, provata da ripetuti decenni dalla travolgente forza della natura. Ma la gente non la si inganna più e dire che è stufa di questo modo di fare politica è dire poco. Non possiamo che prendere atto, denunciandola, dell’ennesima furbata mediatica di Pd e SeR umbro che dietro spinte umanitarie, si prepara a elargire, apparentemente di tasca propria, qualche euro, dimenticandosi per contro che in Umbria mancano all’appello diversi miliardi di euro di spesa per gli adeguamenti antisismici stanziati a seguito degli ultimi eventi”.

“Ma è inutile ricordare alla maggioranza – prosegue – che la solidarietà e la carità sono una cosa e la politica, quella vera, è altro. La solidarietà e la carità, come è giusto che sia, vanno fatte, ma in silenzio, come Cristo comanda per chi ci crede, e non sbandierandole, onde evitare ogni rischio di strumentalizzazione. Ognuno di noi l’ha fatto e continuerà a farlo, ma preferiamo non adeguarci alla prassi intrapresa da Pd e SeR, al sentimentalismo che la tragicità del momento evoca quasi istintivamente. Con ben altra attitudine, invece, ci dichiariamo pronti a collaborare a livello istituzionale per agevolare in tempi rapidi ogni forma di sostegno ai nostri concittadini sfollati, e con il nostro impegno a scovare, e ce ne sono, tutti quei fondi pubblici che non vengono usati o sono usati in modo inappropriato, per dirottarli su un piano di ricostruzione urbanistica e sociale adeguato, a favore di quanti in questo momento hanno perso molte certezze nei nostri territori”. (Acs)

Be the first to comment on "Regione Umbria, De Vincenzi: “PD e socialisti fanno sciacallaggio politico sulle spalle delle popolazioni colpite dal sisma”"

Rispondi