Terni, Grilli (FI): “Riqualificare i giardini dove si trova la statua del Thyrus, il drago simbolo della Città di Terni”

Il responsabile cultura di Forza Italia: “La statua è stata restaurata ma intorno l’area è ancora nel degrado”

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Marco Grilli: La vita ritorna con difficoltà alla normalità ed ora più che mai ti rendi conto di quanto sia importante ciò che si ha: e allora perché non contribuire al meglio al suo pieno mantenimento, ringraziando, così, tutti coloro che hanno permesso a questo patrimonio, culturale e non, di giungere fino a noi?

Recentemente la stampa ha puntato la sua attenzione sul caso del restauro del Thyrus, da sempre simbolo della Città di Terni, situato presso i giardini di via Campofregoso.

Il suo restauro, costato circa 2000 euro, ha permesso di riportare alla luce un’opera degna di nota che nel tempo si era fortemente inscurita, parzialmente venata e soprattutto era stata colpita dalle infestazioni di licheni e muschi.

Ovviamente questo è quello che non fa notizia: o meglio la fa se messo in relazione a ciò che lo circonda.

I giardini, infatti, sono ancora nel pieno dissesto: erba incolta, fontane asciutte, illuminazione debole, assenza di sicurezza per cose e persone, soprattutto nelle ore serali; un parco assai frequentato soprattutto d’estate, che non può però essere vissuto appieno.

Inoltre un bene culturale restaurato non può essere reinserito nello stesso contesto che lo ha portato alla necessità di un intervento in quanto è potenzialmente soggetto allo stesso danno di pari o superiore entità.

Ovviamente questa non è l’unica situazione di emergenza che ha e continua a interessare la nostra città: certo è che sono stati stanziati alcuni fondi per la sistemazione di alcune di queste aree verdi, sebbene molte siano state dimenticate come i giardini di Largo Ottaviani, incolti e secchi con le fontane senz’acqua ormai da mesi.

Speriamo che la situazione, con la ripresa delle normali attività, migliori di giorno in giorno, avviando quei cantieri per i quali sono già disponibili i fondi e stanziando risorse per le altre aree verdi della città.

Il tutto per il benessere dei cittadini e del nostro patrimonio! Spero non si voglia essere ricordati come i distruttori della Città!

Rispondi