Amatrice: polemiche per il crollo della scuola “antisismica” ristrutturata nel 2012 con oltre 500 mila euro

Foto e vignetta da "Il Corriere della Sera"

Nel 2012 il Comune di Amatrice aveva speso 511.297,68 euro per il “miglioramento e l’adeguamento sismico” del plesso scolastico

Emilio Giannelli per "Il Corriere della Sera"

Metà della scuola “Romolo Capranica” di Amatrice, uno dei paesi maggiormente colpiti dal sisma, non c’è più. La parte sinistra dell’edificio si è letteralmente sbriciolata. Solo 4 anni fa il plesso scolastico era stato sottoposto a una ristrutturazione costata 511.297,68 euro. “I lavori hanno riguardato l’adeguamento della vulnerabilità sismica”, diceva il sindaco Sergio Pirozzi il giorno del taglio del nastro. Aperta un’indagine sul crollo.

Era il 13 settembre del 2012, giorno dell’inaugurazione del rinnovato istituto. Il primo cittadino dichiarava pubblicamente che “Si è provveduto alla fasciatura di tutti i pilastri con fibre di carbonio, il rinforzo tradizionale dei pilastri centrali, la messa in sicurezza delle tamponature esterne e delle tramezzature interne, la realizzazione dell’impianto di riscaldamento a pavimento, la sostituzione di tutti gli infissi, il rifacimento dei pavimenti e intonaci, l’ammodernamento dei bagni e la completa tinteggiatura interna ed esterna”.

Lavori che, però, non sono in realtà serviti a proteggere l’edificio dagli effetti delle ripetute scosse di lunedì notte.

LA PROCURA DI RIETI INDAGA – La procura di Rieti, nell’ambito delle indagini già in corso dal giorno della scossa che ha colpito la zona di Amatrice, ha aperto un unico fascicolo ‘contenitore’ con l’ipotesi di reato di disastro colposo per fare luce anche sui crolli che hanno interessato edifici ristrutturati recentemente, come la scuola di Amatrice e il campanile crollato ad Accumoli. L’inchiesta è coordinata dal procuratore capo Giuseppe Saieva e vede impegnati tutti i magistrati della procura reatina. Saieva ha compiuto un primo sopralluogo nella giornata di ieri disponendo una serie di sequestri.

Anche il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti ha assicurato approfondimenti sul caso della scuola di Amatrice.  A proposito dei soldi spesi per la riqualificazione antisismica, Zingaretti ha spiegato che provengono da “fondi del Miur del 2004 messi a bando nel 2011. A noi risultano stanziamenti anche ad Amatrice per 29 edifici”.

Be the first to comment on "Amatrice: polemiche per il crollo della scuola “antisismica” ristrutturata nel 2012 con oltre 500 mila euro"

Rispondi