Ospedale di Terni, Nomina servizi infermieristici nel mirino di Eros Brega

Il consigliere regionale del PD attacca la direzione generale dell’ospedale: “Non sono soddisfatto della risposta di Dal Maso. Farò una conferenza stampa in cui dimostrerò con atti e documenti la veridicità di ciò che ho detto”

TERNI (Acs) – “Spiegare come mai la direzione generale dell’Azienda ospedaliera di Terni abbia nominato per sei mesi una responsabile della struttura complessa che coordina i servizi infermieristici”. È quanto, chiede con un’interrogazione a risposta immediata (question time), il consigliere regionale del Partito democratico, Eros Brega. Nell’atto ispettivo si impegna la Giunta a fornire “motivazioni e procedure che hanno portato all’adozione di tale atto e che venga spiegato perché la persona nominata si firmasse come responsabile della Struttura, su carta intestata e già molto tempo prima del conferimento formale dell’incarico”. Brega alla luce di ciò sollecita “una risposta esauriente dell’Esecutivo sull’operato del direttore generale rispetto ad un iter formale e sostanziale che presenta dei punti di forti criticità, e che dovrebbero essere oggetto di grande attenzione”.

Maurizio Dal Maso, direttore generale dell'Azienda Ospedaliera di Terni
Maurizio Dal Maso, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Terni

Nella risposta l’assessore Luca Barberini ha spiegato che “il direttore dell’azienda ospedaliera di Terni, Dal Maso, ha comunicato che la dottoressa Barzacchi è stata individuata come responsabile facente funzioni per ragioni di maggiore efficienza della struttura. C’è la possibilità di avvalersi di questa figura al massimo per un anno e nei primi due mesi non c’è trattamento economico addizionale. Nel caso specifico l’incarico parte dal primo maggio 2016 con decorrenza economica da primo luglio. La dirigente in questione attualmente gestisce non solo gli operatori del servizio infermieristico e ostetrico, ma anche quelli del servizio tecnico sanitario e riabilitativo. Per il direttore generale di Terni la documentazione prodotta dalla dottoressa Barzacchi è conforme perché si sarebbe firmata come ‘facente funzioni’”.

Nella sua replica Brega si è detto “non soddisfatto della risposta fornita da Dal Maso” e ha annunciato una conferenza stampa “in cui dimostrerò con atti e documenti la veridicità di quello che ho detto. Non è un problema di firmarsi come responsabile, ma farlo già sei mesi prima della nomina. Mi dispiace costatare che invece di lavorare per migliorare l’Azienda ospedaliera di Terni si cerca di appesantirla conferendo ruoli. Mi riservo di presentare una mozione sull’ospedale ternano che metta insieme tutti i problemi della struttura”.

Rispondi