Montecastrilli, Accorroni (Lega Nord): “Contratto con funzionario esterno illegittimo. Annullare subito”

IL COMUNE DI MONTECASTRILLI PROROGA IL CONTRATTO AD UN FUNZIONARIO ESTERNO. LEGA NORD ATTACCA: “PRONTI A PRESENTARE ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI”

Riceviamo e pubblichiamo la nota della consigliera leghista Sabina Accorroni: Annullare la proroga del rapporto di lavoro a tempo determinato tra il Comune di Montecastrilli ed un funzionario esterno ed avviare urgentemente una verifica interna al Comune per individuare i dipendenti comunali a cui attribuire tale incarico.

A chiederlo tramite una mozione urgente è Sabina Accorroni, consigliere comunale Lega Nord di Montecastrilli. Secondo il consigliere, infatti, “il Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (all’articolo 110 comma 3 del 2000 n.267) prevede che i contratti a funzionari esterni non possono avere durata superiore al mandato elettivo del sindaco e devono essere conferiti previa selezione pubblica.

L’Amministrazione di Montecastrilli, invece, tramite una delibera di Giunta (110 del 4 luglio 2016) e senza selezione, ha prorogato il rapporto a tempo determinato di un architetto esterno per la copertura di un posto di categoria D di Responsabile dell’Area Urbanistica – edilizia – Suape, per un periodo di 90 giorni.

Il Testo Unico non prevede ipotesi di proroga, ma impone di espletare una selezione pubblica per individuare il candidato migliore per assicurare lo svolgimento dell’incarico. Lo stesso decreto legislativo n. 267 del 2000 prevede, inoltre, che la direzione degli uffici possa essere attribuita a funzionari esterni solo in assenza di professionalità analoghe interne all’ente. Tuttavia, all’interno del Comune di Montecastrilli, sembrerebbero essere presenti dipendenti idonei a svolgere le funzioni assegnate all’architetto esterno”.

“Questa pratica va avanti dal 2011 – dice il consigliere regionale Lega Nord Umbria, Emanuele Fiorini – con un cospicuo spreco di risorse pubbliche. Abbiamo intenzione di presentare un esposto alla Corte dei Conti”

 

Rispondi