Crepa ponte Le Cave, Melasecche: “i tecnici ci rassicurano”

L’ANAS sta monitorando tutti gli altri ponti: il Comune di Terni tranquillizza i cittadini e conferma l’assenza di pericoli

di Enrico Melasecche, assessore Edilizia e Lavori Pubblici

Dopo il disastro di Genova è salito l’allarme “ponti pericolosi” anche a Terni con la diffusione di video che fotografano strutture con fessurazioni a prima vista pericolosissime.

In merito alla situazione del territorio comunale, è su questo che la giunta ha competenze, confermo che tutto è sotto controllo. Fa eccezione, a detta dei tecnici, per una struttura metallica su cui i tecnici sollecitano da anni un intervento risolutivo ed in merito alla quale verrà quanto prima indetto un summit tecnico-legale- amministrativo per prendere le decisioni del caso.

In particolare per la struttura di Ponte Le Cave i tecnici del Comune, dopo apposita perizia, confermano che la fessurazione è dovuta ad una muratura di contenimento che avrebbe dovuto prevedere fin dall’inizio tale cesura per cui tranquillizzano in modo assoluto.  Quanto a quella  struttura portante va eliminato un albero cresciuto spontaneamente sul terrapieno di dimensioni tali da creare con le radici in futuro dei problemi. Provvederemo comunque entro breve ad eliminarlo.

Per quanto riguarda le strutture ANAS ci sono state delle interlocuzioni positive. In un comunicato l’Azienda conferma  la necessità di provvedere ad alcune manutenzioni già programmate e su cui saremo molto attenti a che avvengano al più presto come rassicura sul sistema dei controlli in atto.

Continueremo a monitorare, come è nostro dovere e costume, tutti i ponti ed i viadotti, per avere assicurazioni definitive dagli uffici competenti e così tranquillizzare definitivamente la cittadinanza.

Mega parco giochi, il vicegovernatore Paparelli scrive al Ministro Di Maio

Il Ministero dello Sviluppo Economico, tramite la società pubblica Invitalia, ha comunicato che non ci sarebbero soldi per finanziare ‘Leolandia Umbria’, il grande parco divertimenti tra Terni, Narni e Orte. Fabio Paparelli, assessore allo Sviluppo Economico e vicepresidente della Regione Umbria, ha scritto a Di Maio per chiedere un intervento urgente del Ministro

TERNI – Un “intervento urgente” affinché non sia messa in forse la possibilità di realizzare il parco “Leolandia” nel territorio di Narni, progetto presentato nell’ambito del piano di riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi industriale complessa Terni-Narni. È quanto richiede il vicepresidente della Regione Umbria e assessore allo Sviluppo economico, Fabio Paparelli, in una lettera inviata oggi al Ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, in cui sottolinea la “valenza strategica” dell’investimento per “l’occupazione e la crescita del territorio”. Nella lettera, che è stata trasmessa anche ai parlamentari umbri, Paparelli chiede in particolare al Ministro “un’iniziativa che possa dotare adeguatamente strumenti di politica industriale efficaci come i contratti di sviluppo delle necessarie risorse, con riferimento alle aree del Centro Nord, consentendo quindi anche al progetto di Leolandia di poter accedere quanto meno alla fase istruttoria prevista dalle procedure per la valutazione del merito tecnico economico”.

Paparelli ricostruisce l’iter del progetto, ricordando che la società Leolandia Umbria Srl il 26 luglio scorso ha fatto “richiesta formale di accesso alle agevolazioni previste dalla normativa sui contratti di sviluppo a fronte di un programma di investimenti nel settore turistico, localizzato nel comune di Narni, per 36 milioni di euro, con una previsione di nuova occupazione diretta che supera le 250 unità, oltre all’impatto in termini di occupazione indiretta che potrà generare”. Il progetto “era già stato rappresentato ad Invitalia nell’ambito della ‘call’ per la raccolta di manifestazioni di interesse per la realizzazione di programmi d’investimento da parte delle imprese dell’area. Con tutta evidenza – prosegue – può contribuire in modo determinante a favorire l’occupazione e la crescita del territorio, oltre che per il numero di addetti che saranno assunti anche per la coerenza del progetto che si posizionerebbe accanto agli investimenti che stanno caratterizzando il territorio nell’industria manifatturiera. Un importante ‘driver’ di promozione del patrimonio artistico e naturalistico dell’area e dell’Umbria nel suo complesso”.

“Tuttavia – evidenzia Paparelli – la comunicazione giunta all’azienda da Invitalia, soggetto gestore degli interventi, relativa all’indisponibilità delle risorse sullo strumento dei contratti di sviluppo, mette in forse la realizzazione di un progetto che assume valenza strategica tanto più nel contesto di un’area di crisi industriale complessa”. Da qui la richiesta di un “intervento urgente” da parte del Ministro.

Terni, Potere al Popolo: “Periferie, colpite e affondate”

TERNI – Riceviamo e pubblichiamo – Il voto del senato del 7 agosto sul decreto Mille proroghe rappresenta un nuovo duro colpo alla città di Terni, già pesantemente colpita dalla crisi e dal commissariamento del comune. Oltre 10  milioni di euro di taglio al bando periferie si tradurranno in meno investimenti, meno attività delle imprese, meno posti di lavoro, ulteriore degrado delle periferie. Continue reading “Terni, Potere al Popolo: “Periferie, colpite e affondate””

Abbandono rifiuti e discariche abusive, Melasecche: “più di 300 multe”

TERNI – L’assessore Enrico Melasecche ha lanciato l’operazione “Terni si rifiuta” finalizzata a rintracciare chi abbandona rifiuti fuori dai contenitori e dalle aree attrezzate Continue reading “Abbandono rifiuti e discariche abusive, Melasecche: “più di 300 multe””

TerniEnergia: CdA approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2018

  • Riclassificati come “Attività destinate alla vendita” i rami d’azienda EPC ed O&M, gli impianti fotovoltaici e Cleantech e i financial assets dell’efficienza energetica, la cui alienazione è finalizzata a sostenere il progetto di turnaround industriale
  • Ricavi pari a Euro 10,5 milioni, -26,1% (Euro 14,2 milioni al 30/6/2017)*
  • EBITDA pari a Euro 0,7 milioni (Euro -0,3 milioni al 30/6/2017)* con Ebitda Margin al 6,65%
  • EBIT pari a Euro -1,5 milioni, +56,1% (Euro -3,4 milioni al 30/6/2017)*, Risultato ante imposte (EBT) pari a Euro -3,8 milioni, +32,8% (Euro -5,6 milioni al 30/6/2017)*
  • Risultato Netto pari a Euro -3,5 milioni, +47% (Euro -6,5 milioni al 30/6/2017)*
  • Posizione Finanziaria Netta pari a Euro 60 milioni, -33,15% (Euro 89,8 milioni, al 31/12/2017)
  • Patrimonio Netto pari a Euro 17,4 milioni (Euro 21 milioni al 31/12/2017)
  • Il consigliere Mario Marco Molteni nominato Lead Independent Director
  • Definiti i compensi per gli amministratori

Continue reading “TerniEnergia: CdA approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2018”

Neonato abbandonato, l’appello: “ogni donna può partorire in anonimato, in ospedale, e lasciare il bambino”

Appello dell’Ospedale di Terni: la legge consente alle donne il diritto di partorire in ospedale, in anonimato, di non riconoscere il bambino e lasciarlo nella struttura dove è nato

Continue reading “Neonato abbandonato, l’appello: “ogni donna può partorire in anonimato, in ospedale, e lasciare il bambino””

Terni, assessori Proietti e Alessandrini: “non sapevamo di essere debitrici ma abbiamo saldato tutto, anche le bollette prescritte”

TERNI – “La nostra attività di amministratori della città è iniziata da pochi giorni e ci troviamo nostro malgrado al centro di polemiche che non ci saremmo aspettate di dover affrontare, perché non riguardano l’attività istituzionale”. Lo dichiarano in una loro nota gli assessori Valeria Alessandrini ed Elena Proietti. Continue reading “Terni, assessori Proietti e Alessandrini: “non sapevamo di essere debitrici ma abbiamo saldato tutto, anche le bollette prescritte””