Umbria, Carbonari (M5S): «252 ‘mini dirigenti’ in Regione. E la meritocrazia?»

Di Maria Grazia Carbonari, M5S – Regione Umbria

Vogliamo parlare delle POSIZIONI ORGANIZZATIVE regionali, i cosiddetti mini-dirigenti. In Regione questi incarichi vengono attribuiti periodicamente mediante selezioni operate sulle manifestazioni di interesse espresse dai dipendenti.

La Regione Umbria al 31/12/2017 aveva ben 252 posizioni organizzative. La Corte dei Conti  segnala da anni “la non adeguata proporzione tra le posizioni organizzative presenti in Regione ed il numero del personale in servizio” e che “il rapporto tra le ridette posizioni ed il personale in servizio resta comunque alto, passando dal precedente 3,1 al non più favorevole 3,5 attuali”. In sostanza circa mini-dirigente ogni 3 dipendenti.

Vi sono poi alcuni episodi curiosi in merito.

Nel 2019 viene pubblicato un avviso e pervengono molteplici domande (ci sono dipendenti in possesso della laurea e precedenti esperienze da responsabili di sezione). La commissione di valutazione assegna l’incarico ad un dipendente che possiede il diploma ISEF. Che genere di comparazione ha fatto la Commissione? Come ha individuato il merito???

Nel corso della precedente attività di responsabile, lo stesso avrebbe quasi ininterrottamente (2009-2015) finanziato una palestra di cui sarebbe stato fondatore ed istruttore, con il fratello presidente, realizzando così un macroscopico conflitto di interessi. Un altro risvolto comico della vicenda è che il dipendente che ha assunto l’incarico di responsabile della sezione avrebbe (tra le altre)  la  competenza di  “prevenzione della corruzione”.

Nel 2014 tale dipendente avrebbe compiuto un errore grossolano approvando un regolamento, correggendolo solo nel 2016 con una delibera vistata proprio dal direttore regionale che gli avrebbe poi conferito la sezione!

Altro caso caso è quello della dipendente titolare dal 2017 di un’altra  posizione organizzativa che dichiara di possedere il seguente titolo di studio: “Facoltà Scienze Politiche (vecchio ordinamento – non term.)” però (caspiterina!) nel suo curriculum scrive di possedere “Lettere di ringraziamento dell’Assessore Bocci”!

Altro caso riguarda un dipendente coinvolto nello scandalo farmacie del 2017 e per quei fatti attualmente inquisito.

Dal nostro punto di vista sarebbe opportuno modificare i requisiti di accesso alle posizioni organizzative richiedendo: la laurea, l’assenza di procedimenti giudiziari in corso, l’assenza di condanne e l’assenza di  incarichi politici.

Umbria: Marini dimessa. Lega: “abbiamo già il Governatore e la squadra per riscattare i destini di questa Regione splendida”

Dalla Lega Umbria

Il 16 Aprile è una giornata storica per l’Umbria perché dopo 50 anni di  malgoverno di sinistra che ha ridotto a brandelli questa regione, finalmente abbiamo la possibilità di rialzare la testa e guardare al futuro. La prima ad intervenire sulla dimissioni della Presidente Catiuscia Marini è la Lega Umbria. “Le dimissioni della Governatrice non sono sufficienti – si legge – Lei e tutta la sua casta chiedano scusa agli umbri e a tutti quei giovani  che in questi anni sono stati costretti ad emigrare perché soffocati, a quanto pare, da quel sistema clientelare che più volte la Lega ha evidenziato e riscontrato.

Il Pd chieda scusa ai nostri giovani e alle loro famiglie per aver tolto loro la speranza di credere ma soprattutto di crearsi un futuro migliore, chiedano scusa ai lavoratori onesti della sanità che si sono visti  superare non per meriti, ma per favoritismi.

Non parliamo solo del terremoto che ha colpito la sanità, ma anche dei dati economici negativi con l’Umbria ai minimi storici,  della disoccupazione in costante crescita, delle infrastrutture fatiscenti o dei fondi speciali trovati per gli immigrati, quando fuori ci sono umbri senza un tetto sopra la testa.

Si dia, dunque, parola ai cittadini ritornando al voto il prima possibile. La Lega, primo partito a livello nazionale e regionale, essendo la vera protagonista in questa battaglia, visto anche il grande lavoro fatto sino ad oggi, ha già la squadra e il governatore pronti a riscattare i destini di questa regione splendida”.

Scandalo sanità Umbria, M5S: “nominiamo la pediatra Susanna Esposito cittadina onoraria di Terni”

I 5 Stelle di Terni presentano una proposta di delibera per conferire la cittadinanza onoraria alla dottoressa Susanna Maria Esposito che, secondo quanto emerge dalle indagini della Magistratura di Perugia, avrebbe contrastato – subendo ripercussioni –  il “sistema di raccomandazioni e clientele” operante all’interno dell’Azienda Ospedaliera perugina

Continue reading “Scandalo sanità Umbria, M5S: “nominiamo la pediatra Susanna Esposito cittadina onoraria di Terni””

Ex Ferrovia Centrale Umbra, Carbonari (M5S): “continua l’odissea dei pendolari”

La consigliera regionale pentastellata: “presentata una nuova interrogazione alla Regione. La prossima settimana nuove iniziative”

Continue reading “Ex Ferrovia Centrale Umbra, Carbonari (M5S): “continua l’odissea dei pendolari””

Foligno, M5S: “rilancio officine manutenzioni cicliche di Foligno. Cosa fa la Regione?”

L’intervento congiunto della consigliera regionale Maria Grazia Carbonari, del candidato sindaco di Foligno M5S David Fantauzzi e dei consiglieri Savini e Ferrari

Continue reading “Foligno, M5S: “rilancio officine manutenzioni cicliche di Foligno. Cosa fa la Regione?””

Terni, il Sindaco: “non si gioca sulla pelle dei cittadini, rivedere i canoni idrici”

“Serve un confronto con la Regione Umbria per una più equa e giusta ripartizione dei canoni idrici, visto che a Terni arriva solo una piccola parte del totale”

Continue reading “Terni, il Sindaco: “non si gioca sulla pelle dei cittadini, rivedere i canoni idrici””

Rimozione Telfer – la replica di Melasecche al PD: operazione di protezione civile, abbiamo salvaguardato vite umane

L’assessore ai Lavori Pubblici risponde duramente ai consiglieri di opposizione: “il PD ripete le stesse domande, è come un disco rotto. Perché la Giunta Di Girolamo non mise in sicurezza la passerella arrugginita, dichiarata pericolante molti anni fa?”

Continue reading “Rimozione Telfer – la replica di Melasecche al PD: operazione di protezione civile, abbiamo salvaguardato vite umane”

Terni, l’opposizione: “Sindaco chiarisca su rimozione Telfer e assessore Dominici”

Il gruppo consiliare del Partito Democratico chiede al Sindaco Latini di chiarire le motivazioni che hanno portato al ritiro delle deleghe all’assessore al Bilancio Fabrizio Dominici, commercialista, e se lo studio legale del primo cittadino ha intrattenuto rapporti di lavoro con l’ex assessore. In merito alle procedure per la rimozione della passerella Telfer, il PD chiede chiarimenti sulle modalità di individuazione del consulente che ha diretto i lavori

Continue reading “Terni, l’opposizione: “Sindaco chiarisca su rimozione Telfer e assessore Dominici””

Camera di Commercio Terni, Corsi: “no all’accorpamento con Perugia. Tar del Lazio accoglie il ricorso”

Un primo passo contro la soppressione della Camera di Commercio di Terni: il Tar del Lazio accoglie la questione di legittimità costituzionale proposta dall’Ente camerale ternano

Continue reading “Camera di Commercio Terni, Corsi: “no all’accorpamento con Perugia. Tar del Lazio accoglie il ricorso””