Umbria, ex FCU – Odissea dei pendolari, Carbonari: “notizie allarmanti e silenzio della politica”

di Maria Grazia Carbonari, consigliere regionale – M5S Umbria

La situazione per i pendolari Ex FCU si fa giorno dopo giorno sempre più allarmante.

Non basta che da Città di Castello a Perugia ci vogliano quasi due ore, ma a questa situazione allucinante si aggiungono sempre più frequenti intoppi.

Solo per citare tre esempi grotteschi, oggi leggiamo che i “binari nuovi” si sarebbero già rotti per un difetto di montaggio, una settimana fa si sarebbe rotto un autobus (facendo perdere ai già esasperati pendolari la coincidenza con un ritardo di due ore) e circa un mese fa sarebbero spariti 3 km di binari.

 

L’ultimo rapporto di Legambiente “Pendolaria” ritrae una realtà disastrosa, da cui emerge in tutta la sua tragicità non soltanto lo stato comatoso delle ferrovie umbre, ma anche il distacco dal resto d’Italia, con una grave carenza di investimenti.

 

La maggioranza si chiude a riccio, addirittura minacciando querele quando il giornalismo che racconta verità scomode. La Commissione d’inchiesta consiliare da noi attivata non ha avuto il tempo e il modo di indagare adeguatamente le cause del disastro e soprattutto i responsabili.

 

In questi giorni si starebbe formando un comitato dei pendolari della Ex FCU che sta avanzando proposte concrete e realiste per migliorare la situazione disperata di chi utilizza ogni giorno i treni umbri.

 

Il 12 gennaio è stato organizzato sul tema un convegno dal giornalista  Alessandro Cenusa a cui ho partecipato. ascoltando criticità e proposte costruttive dall’associazione Mosaico. Ciò che mi ha più colpito è stata l’insofferenza di alcuni esponenti della maggioranza e dirigenti regionali presenti, che insistevano con la loro narrazione edulcorata. È la triste conferma di come la maggioranza cerca di coprire la disastrosa realtà della Ex FCU con la “foglia di fico” di una propaganda a tratti grottesca, come quella della “non-inaugurazione” di settembre.

Non chiediamo miracoli, ma onestà intellettuale con interventi concreti e immediati. Se non verremo ascoltati, annunciamo iniziative in ogni sede per farci notare e far conoscere a tutti una realtà che per troppo tempo è rimasta nascosta sotto il tappeto.

 

Dal PD preoccupazione per una battuta di Salvini? strumentalizzazione e delirio politico

da Michele Rossi – Consigliere Comunale di Terni – Capogruppo di Terni Civica

In risposta al comunicato del Partito Democratico di Terni http://www.comune.terni.it/news/salvini-toglie-san-valentino-latini-nomina-san-costanzo

Capisco che non avendo argomentazioni serie da contrapporre ed avendo dalla loro un recente passato amministrativo di cui non potersi troppo vantare, anzi da far dimenticare prima possibile, non gli resta altro che strumentalizzare ogni accadimento (anche un simpatico post di Salvini).

Dopo essersi dichiarati estremamente preoccupati per una battuta di Salvini tornato da poco single (ma ci rendiamo conto?), il loro delirio politico continua quando nel comunicato si trasformano nei più grandi sostenitori di quel Santo Valentino che in verità culturalmente (ed anche ideologicamente) prima hanno osteggiato e poi negli ultimi decenni non hanno mai voluto concretamente valorizzare; ad esempio lasciando tutto attorno alla basilica un quartiere nell’abbandono e nel degrado ed organizzando per i festeggiamenti dello stesso Santo, conosciuto in tutto il mondo, nulla di più di una festa paesana.

Con la stessa tecnica della strumentalizzazione nel medesimo comunicato sono capaci di trasformarsi poi nei più grandi difensori del territorio, pronti ad accusare di sudditanza perugina questa nuova amministrazione, la stessa che per la prima volta decide di puntare sulla meritocrazia, su dimostrate capacità manageriali per la guida della “sgangherata” partecipata delle farmacie.
Loro invece sono gli stessi che troppo spesso si sono fatti silenti ed accomodanti con la Regione quando c’era da battersi per le giuste rivendicazioni della città di Terni, per non compromettere le loro carriere politiche.
In una sudditanza prima partitica poi politica e amministrativa che ha lasciato la nostra città in condizioni di piena subalternità culturale ed economica a Perugia.

 

Terni, gestione immigrati: la Lega vuole vederci chiaro

Sprar Terni: richiesti tutti i documenti. Emanuele Fiorini (Lega): “Come sono stati spesi i soldi pubblici per l’accoglienza?”

Continue reading “Terni, gestione immigrati: la Lega vuole vederci chiaro”

Gestione Cascata delle Marmore: incertezze e preoccupazioni

Stefano Notari (Alis-165m Marmore Falls): “l’appalto verrà prorogato fino a settembre? Mentre calano i visitatori servono garanzie sul passaggio dei 40 lavoratori ai nuovi gestori del sito”

Continue reading “Gestione Cascata delle Marmore: incertezze e preoccupazioni”

Perugia – Nuova Monteluce, Carbonari (M5S): “ecco la storia del Fondo immobiliare”

La consigliera regionale del M5S ha ricostruito la complessa vicenda del progetto immobiliare, promosso da Regione Umbria e Università di Perugia, sull’area dell’ex ospedale ‘Monteluce’ di Perugia (LEGGI IL DOCUMENTO). “I cittadini devono sapere chi giocò a Monopoli con i soldi pubblici. Tra l’altro alcune imprese umbre devono ancora essere pagate per i lavori svolti”

Continue reading “Perugia – Nuova Monteluce, Carbonari (M5S): “ecco la storia del Fondo immobiliare””

Minori fuori famiglia: la tutela non diventi prigione senza sbarre, la Regione Umbria deve fare di più

Il M5S ha presentato un’interrogazione alla Giunta Regionale dell’Umbria

Continue reading “Minori fuori famiglia: la tutela non diventi prigione senza sbarre, la Regione Umbria deve fare di più”

Aeroporto di Perugia, Carbonari (M5S): “società con 1000 sterline di capitale investe 70 milioni per l’Accademia di volo?”

La consigliera regionale del M5S: “da anni all’aeroporto perugino volano soltanto promesse. Questa volta si facciano verifiche serie”

Continue reading “Aeroporto di Perugia, Carbonari (M5S): “società con 1000 sterline di capitale investe 70 milioni per l’Accademia di volo?””

Terni, l’appello di Melasecche agli automobilisti: “strade al collasso, eredità pesantissima. Andate piano”

L’ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI: “STRADE SFASCIATE E BUCHE PERICOLOSE. STIAMO FACENDO L’IMPOSSIBILE PER DARE RISPOSTE, NONOSTANTE LE MANI LEGATE E LA PRESENZA DEI COMMISSARI CHE STANNO UTILIZZANDO LE ENTRATE PER SALDARE I DEBITI PREGRESSI. SI CONSIGLIA COMUNQUE DI MODERARE LA VELOCITÀ”

Continue reading “Terni, l’appello di Melasecche agli automobilisti: “strade al collasso, eredità pesantissima. Andate piano””

Degenerazione maculare, Carbonari (M5S): “Regione Umbria ha subìto danni dall’uso del farmaco Lucentis al posto di Avastin?”

Un farmaco di nuova generazione, l’Avastin, in grado di inibire la formazione e lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni, e quindi utilizzato principalmente per contrastare la crescita e la diffusione delle masse tumorali, in combinazione con le tradizionali cure chemioterapiche, si è rivelato efficace anche per la cura di una specifica patologia degli occhi: la degenerazione maculare legata all’età. Tuttavia – secondo quanto sostenuto dall’Autorità Antitrust –  ci sarebbe stato un accordo tra industrie farmaceutiche per favorire l’uso, per la sola cura delle patologie oculari, di un altro farmaco –  denominato Lucentis – simile all’Avastin ma più costoso. La consigliera regionale Maria Grazia Carbonari, del Movimento 5 Stelle, ha presentato un’interrogazione per sapere se la Regione Umbria abbia subìto danni economici dall’uso del farmaco Lucentis, più costoso dell’Avastin, e se eventualmente l’Ente abbia provveduto a tutelarsi

Continue reading “Degenerazione maculare, Carbonari (M5S): “Regione Umbria ha subìto danni dall’uso del farmaco Lucentis al posto di Avastin?””

TERNI: UN MUSEO DELLA CARTOLINA INTITOLATO A VIRGILIO ALTEROCCA

La proposta dell’assessore Melasecche: “Dopo venti anni dalla demolizione della vecchia tipografia forse è venuto il momento di ripensare, dissesto permettendo, a dove e come collocare le migliaia di cartoline di tutta Italia che giacciono ammassate in un deposito a Palazzo Carrara”

Continue reading “TERNI: UN MUSEO DELLA CARTOLINA INTITOLATO A VIRGILIO ALTEROCCA”